Europei 2012: Francia qualificata, il Portogallo va allo spareggio

I “galletti”soffrono con la Bosnia ma pareggiano con Nasri, i lusitani, invece, vengono sconfitti dalla Danimarca. Eliminate Serbia e Svizzera. Solo spareggio per Croazia ed Eire.

Il martedì delle qualificazioni europee in Polonia e Ucraina ha fatto registrare delle sorprese. Una fra tutte è stata la sconfitta della Serbia nel derby balcanico contro la Slovenia per mano di Vrsic (tiro da quaranta metri e Jorgacevic battuto) in una gara avara di emozioni. Nel secondo tempo grande occasione per gli ospiti di pareggiare ma Vidic fallisce il rigore. Entrambe le nazionali eliminate. Avanza l’Estonia che farà il suo debutto nei play off per le qualificazioni all’europeo.

Nulla da fare per il Portogallo di C. Ronaldo che si giocava la qualificazione diretta con la Danimarca. I danesi forti della loro imbattibilità casalinga sfruttano bene le loro poche occasioni e vanno subito in vantaggio al 13′ con Krohn-Dehli. C. Ronaldo e Nani, davanti, non pungono e ci provano solamente con tiri dal limite. All’inizio della ripresa sono di nuovo gli scandinavi a partire con il piede giusto: Bendtner si libera bene in mezzo all’area e non sbaglia (attaccante dell’Arsenal) per il 2-0. Inutile al termine della gara il gol su punizione di C. Ronaldo che non evita la sconfitta. Ora i portoghesi dovranno affrontare gli spareggi grazie, anche, alla migliore differenza reti generale (rispetto alla Norvegia).

Allo stadio Stade de France (Parigi) i transalpini guidati da Laurent Blanc si giocano la qualificazione diretta ai prossimi europei del 2012 affrontando la temibile squadra bosniaca capitanata dall’attaccante del Manchester City Dzeko. Ed è proprio lui al 40′ del primo tempo a sbloccare la partita con un destro da venti metri che non lascia scampo al portiere Lloris. D’ora in poi cambia l’atteggiamento dei transalpini che mostrano più vivacità nella ripresa (primo tempo era molto teso) con gli ingressi di Gameiro e Marvin e sfiorano la rete più volte con i nuovi subentrati. Al minuto 78 Nasri, però, se ne va su Spahic che lo atterra: lo stesso giocatore del Manchester City non sbaglia e spiazza Begovic. Esplode, cosi,  il tifo dei galletti che accedono agli europei mentre la Bosnia affronterà gli spareggi.

Grande partita e grandi emozioni tra Svezia e Olanda. Partono bene i padroni di casa che vanno subito in gol con una magistrale punizione di Kallstrom. Gli orange non si scompongono e pareggiano con un preciso colpo di testa di Huntelaar.  Ad inizio ripresa succede di tutto. Prima Kuyt porta la sua squadra in vantaggio con un colpo di testa poi subisce la rimonta in due minuti ad opera di Larsson (rigore trasformato per fallo di mano di Mathijsen) e Toivonen che insacca di potenza. Svezia qualificata direttamente come migliore seconda.

A Dusseldorf, una Germania perfetta e già qualificata si sbarazza senza problemi del Belgio chiudendo la pratica già nel primo tempo con le reti di Ozil e Schurrle. Nella ripresa arriva il tris di Gomez con un preciso rasoterra. Gol della bandiera per gli avversari con Fellaini per il definitivo 3 a 1. Con lo stesso risultato la Spagna liquida la Scozia frutto di abilità, precisione e sicurezza dei propri mezzi. Bastano cinquanta minuti alla squadra di Del Bosque per servire il tris (doppietta di Silva e gol nella ripresa di Villa). Inutile il gol su rigore trasformato da Goodwillie. Si spegne, cosi, il sogno di accedere ai spareggi per la Scozia.
Nel Gruppo F la Grecia si impone in trasferta in Georgia (1-2) e manda allo spareggio la Croazia vittoriosa con la Lettonia per 2-0 (Eduardo e Mandzukic) dopo aver dominato la partita e rischiato di andare sotto per due volte. Fatale per i croati la sconfitta di venerdì subita nello scontro diretto con i greci. Vincono, infine, anche l’Irlanda del Trap (2-1 contro l’Armenia) in una partita decisiva per l’accesso agli spareggi e la Svizzera che si impone per 2-0 sul Montenegro ma deve dire addio all’europeo già da venerdì quando era stato sconfitto dal Galles lasciando il via libera al Montenegro (clamoroso pareggio con l’Inghilterra). In gol nella gara di Basilea anche lo juventino Lichtsteiner.

Definite le quattro teste di serie per il sorteggio dei playoff che avrà luogo domani a Cracovia. Nell’ urna numero 1 ci saranno Portogallo, Croazia, Reppublica Ceca e l’Eire di Trapattoni. Nell’urna 2 le squadre che potranno affrontare (andata 11-12 novembre, ritorno 15 novembre): Turchia, Bosnia-Erzegovina, Estonia e Montenegro (le ultime due esordiscono negli spareggi).
Il sorteggio per la fase finale si terrà il 2 dicembre a Kiev. Oltre alle nazioni ospitanti, Polonia e Ucraina, sono finora qualificate Spagna, Germania, Russia, Italia, Francia, Olanda, Grecia, Inghilterra, Danimarca e Svezia.

 

di Armin Sefiu   

 

14 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook