La Juve non delude e supera 3-1 il Copenaghen. A Istanbul basterà un punto

La Juve non delude e supera 3-1 il Copenaghen. A Istanbul basterà un punto

FBL-EUR-C1-JUVENTUS-REAL MADRIDContava solamente la vittoria, stasera più che in altre occasioni. La Juventus non delude le aspettative e supera 3-1 il Copenaghen nella quinta gara del girone di Champion’s League con uno strepitoso Arturo Vidal, che si porta a casa il pallone grazie ad un tripletta che lo consacra come uno dei più decisivi centrocampisti al mondo.

Dopo 28’ tutt’altro che formidabili (degna di nota solamente una conclusione debole di Pogba da buona posizione), la Juve è passata in vantaggio grazie ad una clamorosa ingenuità del terzino danese Jacobson, che ferma con le braccia la verticalizzazione di Pogba e costringe l’arbitro a concedere il rigore. Dal dischetto Vidal non perdona e sblocca la gara. Pirlo cerca il raddoppio con il suo pezzo forte, i calci di punizione, ma il primo finisce alto, il secondo tra le braccia di Wiland.
La Juve è molle, forte dell’1-0 e di un avversario che non dà impressione di sapersi rendere pericoloso.

E, in effetti, il pari danese arriva nell’unica maniera possibile, da una rimessa laterale e da una mischia risolta da Mellberg con una girata che si infila alle spalle di Buffon. Siamo all’11’ della ripresa, ci sarebbe tutto il tempo per recuperare; la Juve lo sa, e non perde tempo. Decisivo ancora Llorente, che aggira Mellberg in aria di rigore e lo costringe al fallo. È il secondo penalty della serata, che viene trasformato, ancora da Vidal, nella seconda rete juventina

La gara è rimessa sui binari giusti, ma gli uomini di Conte vogliono battere il ferro finché è caldo e ci riescono in maniera inesorabile. È ancora Vidal a scacciare i fantasmi di un nuovo recupero danese, indirizzando di testa sul secondo palo un pallone crossato in mezzo da Pogba. Per il cileno sono 10 gol stagionali (5 in Champions).

Per la Juve è una vittoria fondamentale, che la rilancia al secondo posto in classifica del Girone B e le permette di guardare con ottimismo all’ultima gara contro il Galatasaray. In Turchia, fra quindici giorni, basterà un punto per ottenere la qualificazione.

Tabellino:
JUVENTUS – COPENAGHEN 3-1
Marcatori: 29′ rig. Vidal (J), 60′ rig. Vidal (J), 56′ Mellberg (C), 63′ Vidal (J).
Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Padoin (dal 69′ Marchisio), Vidal (dall’83’ Ogbonna), Pirlo, Pogba, Asamoah; Tevez (dall’81’ Vucinic), Llorente.
Allenatore: Conte.
Copenhagen (4-5-1): Wiland; Jacobsen, Mellberg, R.Sigurðsson, Bengtsson; Gíslason, Claudemir, Delaney (dal 76′ Amankwaa), Bolaños (dal 62′ Kristensen), Toutouh (dall’80 Pourie); N. Jørgensen.
Allenatore: Solbakken.
Arbitro: Jonas Eriksson (Sve).
Ammonizioni: Jacobsen, Mellberg (C).

Giuseppe Ferrara
28 novembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook