Juventus show: Milan al tappeto nel finale

di Armin Sefiu

Una doppietta di Marchisio regala la vittoria e il primato in classifica

Nella sesta giornata del campionato di Serie A la Juve batte con un secco 2-0 il Milan e ritorna cosi alla vittoria dopo i due pareggi con Bologna e Catania. In uno stadio tutto esaurito (41.000 spettatori) i bianconeri dominano la partita, impedendo alla squadra di Allegri di giocare mettendo cosi alle corde i rossoneri con un pressing asfissiante fatto di molta corsa e aggressività sul portatore di palla. Nonostante abbia giocato per tutto il match con una sola punta, la Juventus ha creato diverse occasioni da rete colpendo nel primo tempo una clamorosa traversa con Vucinic dal limite dell’area (pallonetto su Abbiati) e andando vicinissima al vantaggio nella ripresa con Vidal,Bonucci e lo stesso Vucinic.

Ottima la prestazione del grande ex della partita, Andrea Pirlo, che non ha concluso molto nella porta avversaria ma ha permesso ai vari reparti di mantenere la giusta quadratura di gioco grazie ai suoi tempi e alle sue geometrie.

La prima parte di gara non è entusiasmante con molte conclusioni che non inquadrano lo specchio della porta: ci provano Boateng, Pirlo,Vucinic, Marchisio, Lichtsteiner. Unica occasione limpida un pallonetto di Vucinic dal limite dell’area che colpisce la traversa. Nella ripresa ci si aspetta un altro Milan (mai entrato in partita con una manovra da gioco molto lenta) ma la musica non cambia. La Juventus è padrona del campo, aggredisce l’avversario lasciando poco spazio alla squadra di Allegri per creare un’azione da rete e riparte con le grandi volate degli esterni (uno fra tutti Lichtsteiner). Abbiati fa gli straordinari su un tiro di petto a pochi passi da Bonucci. Il Milan crea la sua unica palla-gol: cross di Cassano, tiro al volo di Boateng e Buffon para con la punta delle dita. La Juve non si ferma e si rende subito molto pericolosa con un tiro dal limite, di poco fuori, da parte di Vidal, che gioca una grande partita, avvicinandosi al gol con un tiro rasoterra di Vucinic che ancora una volta sfiora il palo della porta avversaria.

 

E’ il preludio al gol che arriva a tre minuti dalla fine: manovra tutta di prima, Bonera nel tentativo di spazzare via la palla tocca con il pallone il piede di Marchisio che sorprende Abbiati per il vantaggio bianconero. In pieno recupero è ancora Marchisio a chiudere definitivamente i giochi: gran destro al volo dal limite dell’area e papera di Abbiati con la palla che gli passa sotto le gambe. I bianconeri con questa vittoria agganciano al primo posto l’Udinese mentre il Milan rimane a cinque punti (meno sei dalla vetta). C’è molta soddisfazione in casa bianconera dopo aver dominato per tutta la gara una grande squadra come il Milan. Queste le dichiarazioni a caldo di mister Conte: “Stiamo studiando da grande squadra, ed avere battuto il Milan in maniera cosi netta ci fa felici. Il nostro profilo deve però restare basso.” “Sui due gol sono stato fortunato. Ma è stato il premio per una partita in cui non abbiamo sbagliato nulla nel ritmo,nelle motivazioni e nel gioco” : l’analisi di Marchisio è perfetta dopo il 2-0 della Juventus sul Milan che manda in estasi i tifosi e rimanda i bianconeri in testa alla classifica.

C’è invece, molta amarezza nelle parole dell’allenatore rossonero Allegri: “Ad un certo punto ho visto che la squadra non aveva la forza di spingere. La Juve ha vinto meritatamente : è stata la nostra peggior partita.”

 

3 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook