La “vecchia Signora” ringiovanisce e stende il Milan, ma l’Udinese non molla la vetta.


ROTONDA VITTORIA DEL NAPOLI. SORPRENDENTE PASSO DI PALERMO E CAGLIARI. IN NETTA RIPRESA LA ROMA. LAZIO CORSARA A FIRENZE.

Tutto invariato in testa alla classifica al termine della 5 turno di campionato ( 6 giornata di calendario). Juve e  Udinese infatti continuano a vincere. I bianconeri di Torino, grazie a due reti di Marchisio nel finale dell’incontro si aggiudicano l’importante sfida con il Milan, distante ora sei punti dalla vetta. La squadra di Conte contro i rossoneri sembra aver ritrovato il giusto passo, a termine di una gara nella quale ha tenuto a lungo l’iniziativa per poi metter k.o nel finale gli avversari. Non perde colpi l’Udinese che davanti al proprio pubblico vince ( 2 -0) e conquista i tre punti, necessari per rimanere in testa. Ancora in rete il bomber Di Natale. Sorprendente affermazione del Napoli al Meazza contro l’Inter per 3 a 0.

La squadra azzurra, con la “complicità” dell’arbitro Rocchi, torna a vincere in casa nerazzurra, dopo 17 anni. Decisivi i numerosi errori commessi dall’arbitro Rocchi ai danni dell’Inter, che dopo un rigore inesistente assegnatole contro, ha dovuto giocare in 10 per un espulsione, quella di Obi, sicuramente sbagliata. Ranieri, comunque dovrà intervenire, perchè c’è da registrare soprattutto la difesa, la peggiore del campionato. Vince nettamente il Cagliari ( 2 – 0) a Lecce portandosi in seconda posizione alla pari del Napoli e del Palermo vittorioso sul Siena ( 2 – 0) . La Roma vince contro l’Atalanta all’Olimpico ( 3 -1). Per i bergamaschi è il primo stop dopo una serie di risultati utili che hanno fatto annullare presto l’handicap dei sei ben noti punti di penalizzazione in classifica. I giallorossi nelle ultime giornate hanno guadagnato posizioni  in graduatoria ed ora sono solo a tre punti dalla cima. Un gol di Klose segnato nel finale consente alll Lazio di superare in trasferta la Fiorentina ( 2 – 1).  In vantaggio nei primi minuti con un gol di Cerci, i viola si sono dovuti arrendere di fronte ad un avversario che ha sempre lottato con caparbietà. Due decisivi gol di Giovinco,( il primo con un delizioso tocco morbido, il secondo su penalty ), consentono al Parma di stendere il Genoa ( 3 a 1 ). La “formica atomica” sembra aver raggiunto la piena maturazione ed ora strizza l’occhio alla Nazionale. Botta e risposta tra Novara e Catania che sul sintetico del “Piola”chiudono in parità una sfida a suon di gol ( 3 – 3 ). Pareggio senza  reti, invece, al ” Manuzzi” tra il Cesena e il Chievo. I padroni di casa, raccolgono il loro primo punto in campionato, ma mandano al vento, con un rigore sbagliato da Mutu, la grande occasione per aggiudicarsi la vittoria.

 

di Luigi Rubino

 

3 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook