Milan – Lazio 1-1, Ciani risponde alla magia di Kakà

Milan – Lazio 1-1, Ciani risponde alla magia di Kakà

MILAN  BARCELLONAPareggio per 1-1 allo stadio “Meazza” di San Siro tra Milan e Lazio nel turno infrasettimanale della decima giornata di Seria A. Una partita bagnata come le polveri delle due squadre in campo, ravvivata solamente nella ripresa da una prodezza del ritrovato Kakà (migliore in campo), al primo gol nella sua nuova avventura rossonera, e da uno svarione della difesa rossonera che regala a Ciani la possibilità, concretizzata di testa, di riportare in equilibrio la gara.

La partita:

Prima frazione di gioco scialba, con il Milan leggermente più propositivo rispetto ad una Lazio timida e ingessata. La prima vera emozione arriva al 15′, quando Kakà rispolvera il repertorio che lo ha reso celebre in passato accelerando sulla trequarti e lasciando partire un tiro che sorvola di poco la traversa. Cinque minuti più tardi, ancora Kakà sfiora la rete con una conclusione da dentro l’area che termina la propria corsa a circa un metro dal palo della porta difesa da Marchetti. Il gol non arriva, ma i segni di vitalità del brasiliano bastano per scatenare l’euforia del popolo rossonero. I due lampi del numero 22, comunque, illuminano ma non accendono un primo tempo giocato a ritmi bassissimi e senza mordente da entrambe le parti. Un dialogo sordo tra due squadre che, attualmente, giocano probabilmente il peggior calcio del campionato in relazione all’organico posseduto. Il punteggio di 0 – 0 è la sintesi perfetta di quanto visto in campo.

Nella ripresa la Lazio si presenta in campo con Onazi al posto di Hernanes, autore di un primo tempo non all’altezza della sua classe. I biancocelesti provano a scrollarsi di dosso l’apatia del primo tempo affidandosi a Candreva e Klose; ma proprio quest’ultimo, al minuto numero 50, si rende protagonista in negativo sprecando una ghiotta occasione capitatagli sui piedi dopo un rimpallo fortunoso: il tedesco sbaglia lo stop e si allunga la palla a tu per tu con Gabriel, che raccoglie comodamente il pallone. E come spesso accade nel calcio, ad una occasione sciupata segue una rete subita: Kakà, il più propositivo dei suoi, riceve palla sulla sinistra, si accentra e fa partire un destro a giro che si infila sotto l’incrocio della porta difesa da Marchetti. Un gol bellissimo che regala al brasiliano la gioia della prima realizzazione nella sua seconda vita al Milan. San Siro è in visibilio, Kakà ringrazia il cielo.

Il gol del Milan non intimorisce la Lazio, che con un Floccari in più e un Perea in meno inizia a presidiare con maggior costanza la trequarti milanista. I rossoneri giaciono sugli allori fragili del gol striminzito di vantaggio e al 71′ subiscono la doccia fredda: Candreva mette al centro un pallone velenoso sul quale Ciani, lasciato liberissimo dalla retroguardia rossonera, colpevolmente immobile, infila di testa il portiere milanista. È il gol che rimette in equilibrio la sfida.
Allegri cerca di riprendere la strada perduta, quella che porta alla vittoria, inserendo Matri e Poli al posto rispettivamente di Birsa e Muntari, ma la rotta non viene invertita. A San Siro Milan – Lazio finisce 1-1, ed è certamente il risultato più giusto.

 Giuseppe Ferrara (inviato allo stadio “Meazza”)
31 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook