Empoli spietato abbatte la Juve Stabia, sempre più crisi…

Empoli spietato abbatte la Juve Stabia, sempre più crisi…

Castellammare di Stabia – E’ sempre più crisi per la Juve Stabia che  ancora una volta esce sconfitta tra i fischi, davanti al pubblico di casa, anche dopo la gara con  l’Empoli. Se gli stabiesi  precipitano sempre di più in fondo al precipizio, la squadra toscana ha invece dimostrato a pieno il suo valore, meritando una vittoria che conferma il secondo posto in classifica, alla spalle del Lanciano.

Le vespe iniziano la gara con grande impeto. Il primo tiro in porta è di Scozzarella dal limite, para centralmente Bassi. La risposta empolese due minuti dopo ( 12′) con Tavano che su punizione da oltre venti metri sfiora l’incrocio dei pali. La squadra toscana, sostenuta dai circa 50 supporters in curva ospite, si spinge in avanti, con buone triangolazioni, badando soprattutto a giocare con palla bassa e scambi stretti.  Il più dinamico dei padroni di casa è nel frattempo Sowe che però non trova spazi.  Sul versante destro, grande impegno di Ghiringhelli. Le dolenti note stabiesi però sono a centrocampo e in difesa. Idee non c’è ne sono e le occasioni da gol latitano. Al 28′ le vespe perdono per infortunio Scozzarella che viene sostituito da Doninelli. Al 32′ molto attivo sul fronte offensivo è però l’Empoli con Tavano che  sfiora di poco il palo. Al 39′ ancora toscani in avanti con Moro. Blocca Calderoni senza difficoltà.

Nella ripresa, l’Empoli prova al 5′ con Maccarone, ma il rasoterra della punte empolese è parato dal portiere stabiese Calderoni.  Alle vespe non manca l’impegno, ma superare la difesa avversaria con il passar dei minuti diventa difficile. Al 55′ l’ Empoli sblocca la gara: l’azione parte da Pucciarelli che serve Tavano, inserimento in area della punta empolese per via centrali e palla in fondo al sacco. Per l’attaccante dell’Empoli è la sesta rete in questo campionato. La risposta stabiese è sterile, tanto che il portiere toscano spesso rimane inoperoso. Il pubblico, intanto, comincia ad inveire contro i propri giocatori e fischia. Al 65′ Moro prova il tiro da lontano. Tre minuti dopo, Braglia sostituisce Contini con Baraye, mentre Sarri, sul fronte opposto fa entrare Mchedlize al posto di Tavano. Passano pochi minuti e proprio Mchedlize, dopo una combinazione con Maccarone, entra in area, si libera di un difensore e con un preciso diagonale infila Calderoni. Al 39′ bella triangolazione Mchedlize – Verdi – Maccarone, che viene anticipato di poco dal portiere stabiese. La forza della disperazione spinge le vespe. Di Carmine crossa al centro in area, ma Sowe non riesce ad intercettare il delizioso suggerimento. Sul finale, la Juve Stabia potrebbe realizzare il gol della bandiera, ma il colpo di testa di Lanzaro centra in pieno la traversa. Finisce cosi con l’ennesima sconfitta delle vespe e la solita contestazione di un pubblico che invita i propri benimini ad andare a lavorare…

dall’inviato: Luigi Rubino
27 ottobre 2013

Juve Stabia – Empoli   0 – 2
Marcatori : 55′ Tavano, 78′ Mchdlidze
Juve Stabia:
Calderoni, Vitale, Contini,( 74′ Baraye)  Murolo, Suciu, ( 54′ Davì) Mezavilla, Di Carmine, Ghiringhelli, Sowe, Lanzaro, Scozzarella. ( 28′ Doninelli ) All: Braglia
Empoli: Bassi, Laurini, Moro, Valdroni, Croce, Pucciarelli, (  79′ Verdi)  Rugani, Maccarone,( 89′ Castiglia) Tavano,( 75′ Mchedlidze) Hysai, Tonelli. All: Sarri
Arbitro: Cervellera di Taranto
Note: spettatori: 3028. Ammoniti: Murolo, Ghiringhelli, Vitale e Contini ( Juve stabia) e Castiglia e Hysaj ( Empoli).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook