Festa grande a Napoli per l’arrivo della Nazionale

Festa grande a Napoli per l’arrivo della Nazionale

Grande entusiasmo anche a Quarto, piccolo comune dell’entroterra napoletano dove gli azzurri hanno partecipato alla giornata per la legalità e contro la Camorra.

allenamementi italiaGrande entusiasmo a Napoli per l’arrivo della Nazionale di Cesare Prandelli, che torna a disputare una gara ufficiale  nel capoluogo campano, dopo ben sette anni. L’ultimo match al S. Paolo venne disputato dagli azzurri nel Settembre 2006 contro la Lituania ( 1 – 1 ) valevole per la qualificazione all’europeo. Gli azzurri sono arrivati ieri sera in città, intorno alle 19,00 in treno. Stamane poi la squadra si è recata a Quarto, piccolo comune nel napoletano per partecipare alla giornata sulla legalità, contro la Camorra. Il pullman, scortato dalla polizia, è giunto allo stadio ” Giarrusso” intorno alle 10, 30, accolto da gente che aspettava composta dietro le transenne. Gremiti gli spalti, occupati in gran parte da molti ragazzi delle scuole della zona, associazioni sportive che hanno esposto numerosi striscioni anticamorra e fatto volare numerosi palloncini verdi, bianchi e rossi, simbolo della bandiera italiana. La manifestazione è stata ripresa in diretta da Rai Sport. Ad accogliere, i giocatori e tutto lo staff azzurro, la squadra dilettantistica del Quarto, primo nel suo girone, nel campionato di Eccellenza,  A centrocampo, prima del previsto allenamento degli azzurri, al tecnico della Nazionale, Cesare Prandelli sono state consegnate da alcune associazioni per la legalità una maglia significativa con la scritta: ” La Camorra non vale niente.” Alla cerimonia di rito, presenti anche il pm Antonello Ardituro, il presidente della Figc Abete che davanti ai microfoni Rai, hanno sottolineato l’importanza di questo evento, da cui parte l’educazione e la legalità nello sport, con il coinvolgimento della gente per bene. Subito dopo, Prandelli ha poi fatto sostenere alla squadra un mini torneo a nove su campo ridotto che ha entusiasmato il pubblico e soprattutto i più giovani che hanno incitato e chiamato spesso a gran voce soprattutto il beniamino di casa Insigne e super Mario Balotelli. In gol durante le mini due partite di allenamento: Insigne  ( due gol) che aperto le marcature che è stato schierato in maglia blu contro quella rossa, seguito dalle reti di Montolivo, Aquilani, Candreva, Motta ed Osvaldo e Pasqual , in rete nella seconda mini partita. In buona forma è apparso il portiere Marchetti, autore di alcune splendide parate.

dall’inviato Luigi Rubino

14/10/2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook