Floccari a sorpresa. In due minuti raggiunge il pari

Floccari a sorpresa. In due minuti raggiunge il pari

In Turchia la Lazio cerca il proprio riscatto. Contro i padroni di casa del Trabzonspor gli uomini di Petkovic si giocano il primato del girone J con una formazione totalmente inedita, proponendo gli acquisti del calciomercato estivo. Perea unica punta assistito  da Hernanes e dall’esordiente Anderson. Nella bolgia turca i padroni di casa si presentano con in campo i senatori Malouda, Bosingwa e il temibile Erdogan. La Lazio a dispetto della partita contro il Sassuolo inizia il match in maniera più dinamica e aggressiva, fraseggiando e arrivando alla conlusione con Hernanes che veste i panni del trascinatore. La partita per i biancocelesti si mette subito in salita. Al 12°, su ribaltamento di fronte, Erdogan sfrutta il buco difensivo della difesa laziale e, dalla sinistra, infila Marchetti per il vantaggio turco. La Lazio non sembra accusare il contraccolpo psicologico e, un minuto più tardi, sfiora il pari con Anderson.

I padroni di casa colpiscono ancora, alla seconda occasione, sfruttando  un’amnesia difensiva al minuto 22: Lulic si addormenta con il pallone sui piedi, perde palla e Mierzejewski da fuori area carica il sinistro che si insacca sotto la traversa alle spalle di Marchetti. In difesa la Lazio presenta delle lacune imbarazzanti. Al 25° un altro pasticcio difensivo di Lulic regala l’opportunità del triplo vantaggio, ma Cana salva spazzando l’area. I romani giocano bene: reattivi e presenti anche se macchinosi e prevedibili. Al 29° i biancocelesti riaprono il match: Anderson vede l’inserimento di Onazi in area, palla filtrante e tocco morbido del nigeriano. E’ il momento migliore per gli ospiti che con Hernanes al 32° sfiorano il pari con una conclusione del profeta che accarezza il legno esterno. Quello che è mancato da inizio campionato ad oggi alla Lazio, cioè la concentrazione e la calma nel gestire le situazioni si ripresenta anche in campo internazionale. Al 34° Henrique sfrutta un rimpallo tra Biglia e Cana e di precisione riporta i suoi di due lunghezze avanti. Finisce il primo tempo.

Il secondo tempo si riapre con una Lazio offensiva e decisa a riaprire il match. Al 46° su calcio d’angolo Ciani svetta di testa e insacca la sfera, il goal viene annullato poichè la stessa era uscita sugli sviluppi del corner. Al 50° discesa di Anderson, palla esterna per Lulic, cross al centro ed Hernanes con uno stacco imperioso non trova l’angolazione giusta. Si gioca in pratica esclusivamente dalle parti di Kivrak. Mister Petkovic sostituisce Candreva per Floccari, è la mossa decisiva. Dopo aver sofferto le ripartenze, sempre pericolose, dei turchi con Alazinho in due minuti la Lazio trova il pari con una fulminea doppietta del neo-entrato Floccari. All’83°su calcio d’angolo svetta in mezzo all’area sfruttando un’uscita sbagliata di Krivak insacca. Un minuto dopo su assist di Perea, in area, con il destro trova l’angolo giusto. Dopo 3 minuti di recupero Hansson fischia la fine del match che consente ai biancocelesti di rimanere i primi nel proprio girone. Pareggio fondamentale che concede ossigeno e speranze concrete per il passaggio del turno.

Damiano Rossi (Frascati)

3 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook