Chievo-Udinese 2-1. Pellissier prima Rigoni poi e friulani KO

Chievo-Udinese 2-1. Pellissier prima Rigoni poi e friulani KO

Chievo.UdineseSannino sceglie di schierare Sergio Pellissier dall’ inizio, il quale lo ripagherà al meglio. Guidolin invece tiene a riposo Di Natale e schiera Maicosuel a fianco di Muriel. Subito doccia fredda per i gialloblu: dopo 50’’ svarione di Bernardini, schierato a sorpresa da Sannino, che è un invito perfetto per Maicosuel, il quale fa fuori Puggioni e segna il vantaggio per i friulani. I veneti però non ci stanno e la reazione è istantanea. Kelava è sotto assedio. Radovanovic prima ci prova con una sassata , Paloschi e Sestu poi sfiorano entrambi il pareggio. Fortunato sui collpi di testa di Bernardini e Rigoni. Ma il goal del pareggio sembra ormai già scritto. Al 13’ gran lancio di Frey lungo la fascia sinistra e colpo vincente proprio di Pellissier.

Una volta trovato il pareggio la partita si accende. I padroni di casa ci provano con più insistenza ma la squadra di Guidolin ci prova sulle ripartenze. Lazzari sfiora il palo mentre Muriel non riesce a rifinire in reta labella giocata di Maicosuel. E’ il Chievo che però passa: Rigoni, con un destro da fuori, trova la deviazione accidentale di Danilo, segnando il goal del vantaggio. Il primo tempo finisce con Guidolin che si gira e ordina a Di Natale di scaldarsi.

Totò entra subito nella ripresa al posto di Lazzari e l’ Udinese si riprende. Proprio l’ attaccante appena entrato ci prova per primo, ma il suo tiro non impensierisce Puggioni. La squadra friulana guadagna sempre più terreno mentre i veneti si schierano con il 4-4-2 a linee serrate. Basta colpisce la traversa da fuori area, Di Natale poi non trova in mischia la spizzata vincente. Muriel infine sfiora anch’egli il goal ma manca di maggior cattiveria. Alla fine la spunta il Chievo che insieme al proprio pubblico si gode i tre punti.

Alessandro Righelli
23 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook