L’ armata viola continua il suo cammino: 2 gol all’Atalanta

L’ armata viola continua il suo cammino: 2 gol all’Atalanta

Atalanta-FiorentinaLo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” ospita la quarta giornata di campionato tra l’Atalanta e la Fiorentina, due formazioni che arrivano al calcio d’inizio con due motivazioni differenti: i bergamaschi vogliono annullare la sconfitta contro il Napoli, la Fiorentina vuole continuare a sognare dopo l’ottima prova in Europa League. Molte assenze per mister Montella che affida al “Pepito” l’attacco assieme a Wolski, il centrocampo è diretto dall’ottimo Borja Valero assieme ad Aquilani e Ambrosini. Gli uomini di Colantuono mettono in attacco Denis e Maxi Moralez, proponendo una difesa a tre. Il match ha inizio. Al 7°minuto la Fiorentina reclama subito un calcio di rigore per un tocco di mano di Stendardo, ma Damato non fischia. All’11° l’Atalanta si fa pericolosa con Yepes che calcia a colpo sicuro ma viene murato da Savic. Botta e risposta tra le due formazione. Al 16° sono i Viola a farsi pericolosi con un bel diagonale di Wolski, respinto da Consigli. La Fiorentina, stanca della partita di Europa League, soffre molto la velocità di Maxi Moralez. Al 30° sono ancora gli ospiti a proporsi in attacco con una gran tiro di Mati Fernandez che sfiora la traversa.

La partita si sblocca al 41° minuto con un bellissimo contropiede diretto ancora dal magistrale Borja Valero che, dall’out di destra, pennella al centro un cross perfetto dove Wolski di testa trova la traversa, Mati Fernandez è il più rapido di tutti a raccogliere il tap-in e insaccare sotto la traversa. Vantaggio Viola e primo tempo che si chiude. L’inizio della ripresa vede L’Atalanta determinata a raccogliere il pareggio. Al 48° Brivio, da fuori area, con un grande tiro sfiora la parte alta della traversa. Al 55° ancora pericolosissima “La dea” con l’ex Migliaccio che, con un colpo di testa, stampa la sfera sulla traversa. L’Atalanta impegna molto la difesa della Fiorentina principalmente su calci piazzati grazie agli inserimenti di Migliaccio e Yepes. Al 66° Ambrosini imbecca Rossi in area, sinistro del “Pepito” che trova solo l’esterno della rete. Tre minuti dopo Rossi non sbaglia e raddoppia per la Fiorentina: sugli sviluppi di un corner Rodriguez trova Rossi al limite dell’area, stop di petto e conclusione improvvisa sul palo dove Consigli non può arrivare. La partita sembra congelata, i padroni di casa provano a riaprila al 77° con Denis che, da un metro di distanza, a colpo sicuro si vede parare la conclusione da Neto con un grande riflesso.

Grandissima reazione d’orgoglio dell’Atalanta che cerca di accorciare le distanze. All’80° Bonaventura con un gran destro sfiora il palo. Dopo tre minuti di recupero finisce la partita. I Viola si impongono e continuano a sognare, l’armata Viola comandata da Montella continua a vincere e convincere. Nonostante la stanchezza per il match di giovedì e nonostante la reazione rabbiosa e pericolosa degli uomini di Colantuono i toscani portano a casa i tre punti.

 

Damiano Rossi
(Frascati)

22 settembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook