Il Milan cade subito: un grande Verona vince 2-1

Il Milan cade subito: un grande Verona vince 2-1

MilanPrima partita di campionato e subito prima sorpresa: al Bentegodi l’Hellas vince in rimonta 2-1 sul Milan trascinato da un super Luca Toni autore di una doppietta di testa.

Allegri ripropone il tridente con Niang-Balotelli-El Shaarawy mentre Mandorlini risponde con un 4-5-1 con Toni unica punta supportato da Jankovic e Martinho.

È subito Balotelli ad impensierire Rafael con un destro a giro all’ottavo. Il Milan c’è e prende in mano la gara immediatamente, al 14’ arriva così il vantaggio rossonero: è ancora Balotelli protagonista, il numero 45 ispira con un assist filtrante per Poli che taglia la difesa veronese e segna.

I padroni di casa incassano ma reagiscono un quarto d’ora dopo con Toni che indisturbato batte Abbiati di testa sugli sviluppi di un corner. Il Milan si spegne con il passare dei minuti mentre l’Hellas cerca di sfruttare il momento positivo ancora con Toni sul quale il portiere milanista interviene in due tempi.

Nessun cambio all’intervallo e la seconda frazione si apre con i gialloblù all’arrembaggio: ci prova subito di testa Jankovic e Abbiati vola per deviare il pallone. Il gol è solo rimandato perché all’ottavo è ancora Toni a segnare: contropiede degli scaligeri, Jankovic crossa dentro e il centravanti veronese beffa Abbiati di testa.

La squadra di Allegri sbanda e Martinho dopo una volata sulla fascia sinistra impegna nuovamente Abbiati costretto ad un intervento per sventare il pericolo.

Il tecnico rossonero aumenta la trazione offensiva inserendo Petagna ed Emanuelson ma la difesa del Verona non viene mai messa sotto pressione con Rafael completamente inoperoso.

Allegri gioca anche la carta Robinho, Montolivo ci prova dalla distanza ma è proprio l’Hellas ad avere la più grande occasione da gol con il neo entrato Cacia che incrocia un destro in corsa ma Abbiati è bravo a deviare.

L’ultimo sussulto del match è un rigore invocato da Balotelli in area dopo un contatto con Moras, Calvarese non fischia e le speranze del Milan finiscono al quinto minuto di recupero.

Vince meritamente un Verona più aggressivo e in grado di mettere spesso in grande difficoltà la retroguardia rossonera, per Allegri un’altra falsa partenza come lo scorso campionato contro la Samp anche se la testa, ora, deve essere immediatamente rivolta al PSV e al ritorno del playoff.

HELLAS VERONA – MILAN 2-1 (PRIMO TEMPO 1-1)

Marcatori: 14′ Poli, 30′, 53′ Toni.

Ammoniti: Jorginho, Jankovic, Montolivo, Zapata, Balotelli.

Hellas Verona (4-5-1): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Albertazzi; Jorginho, Donati (85′ Hallfredsson), Romulo, Jankovic, Martinho (76′ Gomez); Toni (85′ Cacia).

All.: A. Mandorlini.

Milan (4-3-3): Abbiati; Abate, Mexes, Zapata, Constant (75′ Robinho); Nocerino, Montolivo, Poli; Niang (65′ Emanuelson), Balotelli, El Shaarawy (64′ Petagna).

All.: M. Allegri.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese.

di Matteo Ciofi

25 agosto 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook