Il Toro torna alla vittoria contro il Varese e aggancia la vetta

di Luigi Rubino

Il Toro batte il Varese e vola al primo posto in classificaPrima ed importante vittoria casalinga del Torino che  batte il Varese ( 2 a 0), conquista la vetta della classifica e aggancia al primo posto Padova e Brescia con 7 punti. Il Varese rimane invece a 2 punti.

Sorpresa:  Il tecnico granata Ventura cambia formazione: Bianchi e Antenucci partono dalla panchina. E’ subito il Torino che cerca di impostare la gara. Al 7′ ci prova Stevanovic, ma il suo diagonale finisce a lato. La gara si fa  aspra e non mancano alcuni colpi duri. Fa le spese Grillo ( Varese), costretto ad uscire in barella per un fallo commesso da Ebagua che viene poi ammonito. Poi è Camisa ( ammonito) che commette gioco pericoloso su Ebagua. Il gioco, nel frattempo, latita, anche perchè a centrocampo manca la “giustezza” dei passaggi. Al 40′ la gara si sblocca.

Sono i padroni di casa a passare con l’ex interista Stevanovic che indirizza in rete su respinta non perfetta del portiere Moreau. Nella ripresa, subito si fa pericoloso il Varese con Cacciatori, ma il suo diagonale è respinto con prontezza da Coppola. Due minuti dopo, il Toro porta a due il suo bottino. A realizzare è Sgrigna che supera Moreau con un destro da lunga distanza. Al 58′ il Varese va vicino al gol, ma Cellini sbaglia la mira. Al 72′ De Luca subentrato a Carrozza prova a impensierire la difesa granata, ma il suo tentativo non ottiene alcun effetto. Un minuto dopo grande opportunità per Neto Pereira di accorciare le distanza, ma l’attaccante spreca tutto. All’ 80′ protagonista è il portiere Moreau  che nega il gol prima a Ebagua ( due volte) e poi a Verdi, entrato in precedenza al posto di Stevanovic. Il Toro non si ferma e due minuti dopo Guberti impegna seriamente ancora il portiere varesino. Al 90′ è la volta di Parisi che prova su punizione, ma la sua conclusione sfiora il palo. La partita poi finisce. Il Torino si aggiudica i tre punti con pieno merito. Importante è ora continuare…

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook