Chelsea: gli rapiscono il padre, Mikel gioca

di Armin Sefiu

Calma, sangue freddo e tanta motivazione, sono queste le caratteristiche che hanno indotto John Obi Mikel ha prendere la giusta decisione e a scendere in campo contro lo Stoke City (che inaugurava la stagione dei Blues), nonostante poco prima dell’incontro fosse stato informato da Villas Boas (allenatore del Chelsea) del rapimento del padre in Nigeria. “Lo ha fatto per non creare problemi alla squadra e alla sua famiglia – ha fatto sapere la compagnia che cura gli interessi del nazionale nigeriano – Finora non è arrivata nessuna richiesta di riscatto“.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook