Theo Hernandez salva il Milan, col Parma è 2-2

Theo Hernandez salva il Milan, col Parma è 2-2
Fonte foto: Milan News 24

Finisce 2-2 il posticipo tra Milan e Parma valido per l’undicesima giornata di Serie A. Un pareggio che il Milan strappa solo nel finale, dopo il doppio vantaggio ospite e ben quattro legni colpiti. Sblocca Hernani al 12’, raddoppia Kurtic al 56’, poi si scatena Hernandez con una doppietta (58’ e 91’). Rossoneri ancora imbattuti in campionato, ma ora il vantaggio si è ridotto: 4 punti sull’Inter e 5 su Napoli e Juventus. Il Parma aggancia Sampdoria e Benevento a quota 11 punti.

Con Ibrahimovic ancora ai box, Pioli sceglie Rebic e Castillejo in avanti, con Brahim Diaz e Calhanoglu a supporto.
Liverani opta per un albero di natale con Karamoh e Gervinho a ridosso della punta Cornelius.

Milan sfortunato: infortunio per Gabbia, Var e doppia traversa

Dopo tre minuti il tecnico del Milan deve già operare un cambio: Kalulu prende il posto di Gabbia, costretto a uscire per un problema al ginocchio sinistro dopo un contrasto con Cornelius. Il neo-entrato 20enne francese, all’esordio in Serie A, è subito protagonista (in negativo) in occasione del vantaggio ospite: Gervinho lo punta, mette in mezzo un pallone basso ed Hernani, lasciato colpevolmente solo dalla difesa rossonera fa 1-0. Una doccia fredda per i padroni di casa.
Pochi minuti più tardi l’ivoriano prova a replicare l’assist, ma Karamoh non ne approfitta. È l’ultimo vero lampo dei gialloblu nel primo tempo.
Il Milan si ricompatta e tenta di dare fluidità al proprio gioco. Al 23’ trova il gol con Castillejo, ma il Var annulla per fuorigioco. Al 39’, invece, è sfortunatissimo: doppia traversa colpita nella stessa azione, prima con Brahim Diaz (tiro a giro) e poi con Calhanoglu (botta di controbalzo).

Fonte foto: Corriere dello sport

Theo Hernandez toglie le castagne dal fuoco

Nella ripresa il Milan torna in campo con Leao e Hauge al posto di Brahim e Castillejo. Ma l’inerzia della gara (e la fortuna) continua ad essere dalla stessa parte: Calhanoglu al 50’ centra ancora la traversa, sei minuti dopo il Parma raddoppia con un colpo di testa di Kurtic su cross da destra di Hernani. Tutto lascerebbe pensare alla prima sconfitta rossonera, ma la reazione degli uomini di Pioli è da grande squadra. Dopo appena due minuti, Theo Hernandez sigla l’1-2  di testa su corner di Calhanoglu. Un gol fondamentale, che riaccende le speranze.
Il Milan si lancia alla ricerca del pareggio, sebbene i tentativi siano male organizzati e sconclusionati. Al 70’ Pioli perde anche Bennacer, sostituito da Tonali. Calhanoglu impegna Sepe con un destro potente dalla distanza, poi, in pieno recupero, il sinistro rasoterra di Theo Hernandez regala un punto che vale oro.
Non è una vittoria, ma in termini di fiducia e convinzione vale quanto essa.

Fonte foto: OA Sport

Il tabellino:

Milan – Parma 2-2

MIilan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Gabbia (5′ st Kalulu), Romagnoli, Hernandez; Kessié, Bennacer (30′ st Tonali); Castillejo (1′ st Leao), Calhanoglu, Diaz (1′ st Hauge); Rebic. A disposizione: Tatarusanu, A. Donnarumma, Dalot, Conti, Maldini, Colombo, Krunic, Duarte. Allenatore: Pioli

Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Osorio, Alves, Gagliolo; Hernani (42′ st Busi), Brugman, Kurtic (29′ st Sohm); Karamoh 22′ st Cyprien), Cornelius (22′ st Inglese), Gervinho. A disposizione: Colombi, Pezzella, Balogh, Scozzarella, Valenti, Brunetta, Camara, Nicolussi Caviglia. Allenatore: Liverani

Arbitro: Fourneau di Roma

Marcatori: 12′ pt Hernani (P), 11′ st Kurtic (P), 13′ st, 46′ st Hernandez (M)

Note: Il Var ha annullato un gol di Castillejo (M) al 23′ pt per fuorigioco. Ammoniti: Hernandez, Calabria, Kalulu (M), Osorio, Iacoponi, Inglese (P). Recupero: 3′ e 4′

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook