Un’Inter sprecona rallenta contro il Sassuolo: 3-3

Un’Inter sprecona rallenta contro il Sassuolo: 3-3
Sassuolo's players celebrate after the 3-3 goal  during the Italian serie A soccer match FC Inter vs US and Sassuolo at Giuseppe Meazza stadium in Milan, Italy, 24 June 2020. ANSA / MATTEO BAZZI

Il tabellino:

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia (54′ De Vrij), Bastoni; Moses (75′ Candreva), Gagliardini, Borja Valero, Biraghi (75′ Young); Eriksen (62′ Agoumé); Lukaku, Sanchez (62′ Lautaro). All. Conte
Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches (79′ Magnani), Ferrari, Rogerio (46′ Kyriakopoulos); Obiang, Magnanelli (58′ Locatelli); Berardi, Djuricic, Boga (67′ Haraslin); Caputo (58′ Defrel). All. De Zerbi.
Marcatori: 4′ Caputo (S), 41′ rig. Lukaku (I), 45’+1 Biraghi (I), 81′ rig. Berardi (S), 86′ Borja Valero (I), 89′ Magnani (S).
Ammoniti: Rogerio (S), Skriniar (I), Bastoni (I)
Espulsi: Skriniar (I) al 90’+3

La partita:

Inter – Sassuolo si conferma match pazzo. Sei gol, tante occasioni e un risultato che manda su tutte le furie Conte. Un 3-3 pirotecnico arrivato a conclusione di una gara dalle tante emozioni, ben giocata Sassuolo e ribaltata dai nerazzurri, che poi non chiudono i giochi. Gli uomini di De Zerbi riagganciano i padroni di casa per ben due volte, con Berardi all’81’ e con Magnani nel finale. Conte, diffidato e ammonito (salterà la gara contro il Parma), non può accettare di non aver concretizzato la grande mole di occasioni create (su tutte, la clamorosa traversa a porta sguarnita di Gagliardini).

Le squadre si presentano in campo con tanti cambi di formazione. Nell’Inter fuori De Vrij, dentro Ranocchia, e rivoluzione a centrocampo: Moses e Biraghi sugli esterni, Borja Valero in mezzo. Eriksen ancora titolare, alle spalle di Lukaku e Sanchez. Panchina per Lautaro.
La prima parte di gara è a tinte neroverdi. Il Sassuolo sta meglio in campo, anche galvanizzato dal vantaggio di Caputo arrivato dopo appena 4 minuti. Le ripartenze degli ospiti sono squilli a cui l’Inter risponde senza convinzione, almeno fino al finale di tempo, quando quasi inaspettatamente completa alla rimonta: Lukaku su rigore e Biraghi, nel recupero, firmano il 2-1.

Nella ripresa l’Inter ci prova con Gagliardini e Biraghi su punizione, ma il Sassuolo non si scompone e continua a praticare il proprio gioco. Conte inserisce De Vrij, Agoumé e Lautaro, e proprio da una giocata dell’argentino arriva la palla gol che avrebbe chiuso il match: Consigli para su Lukaku e Gagliardini, sul tap in, colpisce la traversa a porta vuota.
Dal possibile 3-1 si arriva al pareggio: Young prima rischia con un tocco di mano in area, poi concede per davvero il rigore, che Berardi trasforma nel 2-2. I nerazzurri tornano in vantaggio con Borja Valero, ma a un minuto dal 90′ Magnani, in mischia, trova un insperato pareggio.
Nel recupero c’è spazio anche per il doppio giallo di Skriniar e l’ammonizione per un Conte infuriato.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook