Euro 2020: il quadro delle nazionali qualificate si sta definendo

Euro 2020: il quadro delle nazionali qualificate si sta definendo

Euro 2020: l’europeo senza punti di riferimento

Sarà il primo Europeo itinerante, quello che si giocherà la prossima estate. In questa settimana la pausa delle nazionali ha permesso ad alcune formazioni di aggiudicarsi già un posto sicuro ad Euro 2020: il quadro delle nazionali qualificate si sta già definendo. Spagna, Belgio, Russia, Italia, Ucraina, Polonia hanno passato i gironi. Altre nazionali di livello come la Germania, la Francia, l’Inghilterra, il Portogallo, la Croazia, l’Olanda con grossa probabilità accederanno alla fase finale nel prossimo turno; saranno diciotto, per un totale di ventiquattro, le squadre partecipanti al prossimo europeo. Di queste diciotto, quattordici verranno definite dagli esiti delle partite che si giocheranno a metà novembre; le altre quattro, invece, saranno stabiliti dagli spareggi.

Risultati immagini per zinchenko ucraina

Sebbene ci sia ancora molto da vedere sul campo e il calcio sia uno sport imprevedibile, indubbiamente Euro 2020 sta assumendo una definizione, accogliendo già alcuni protagonisti. Oltre alle formazioni elencate nelle righe precedenti, ci sono altre nazionali che daranno il massimo per ottenere la qualificazione ai campionati europei e queste due ultime due partite saranno fondamentali.

 

La situazione dei gironi di qualificazione a Euro 2020

Nel girone dell’Inghilterra, alla quale basta un punto per qualificarsi (in caso gli inglesi andrebbero agli spareggi per aver vinto il girone della sua UEFA Nations League), la Repubblica Ceca e il Kosovo si contendono il secondo posto in un confronto diretto. Nel gruppo B Portogallo e Serbia si giocano la qualificazione. La formazione di Cristiano, in ogni caso, avrebbe un posto negli spareggi; mentre l’Ucraina è già sicura del primo posto con 19 punti. Olanda, Germania, Irlanda del Nord, si contendono due posti nel girone ma le formazioni continentali hanno 15 punti, con gli olandesi avanti per gli scontri diretti. Nel gruppo D, Irlanda, Svizzera e Danimarca si giocano la qualificazione.

Visualizza immagine di origine

Nel gruppo E la Croazia, vicecampione, è prima a 14 punti ma gli basta un pareggio. Le furie rosse sono già qualificate e molto probabilmente sarà la Svezia l’altra squadra del girone a passare. Nel gruppo G, la Polonia è qualificata come prima, all’Austria basta un pareggio contro la Macedonia. La Francia è seconda nel girone a 19 punti, perché con lo stesso punteggio la Turchia si piazza in avanti; l’Islanda è a 15. Se non batte la Turchia, è fuori. Nel gruppo I, Belgio e Russia sono già qualificate. L’ultimo girone, quello dell’Italia, ha avuto gli azzurri come protagonisti assoluti con 8 vittorie su 8. La Finlandia, se non perde contro il Liechtenstein si qualifica con un turno di anticipo.

Come si può leggere, dunque, un quadro delle squadre partecipanti si sta già definendo. Partendo dall’Italia, sicuramente gli azzurri hanno dimostrato forza e compattezza; da un po’ di gare ormai che gli uomini di Mancini fanno bene e in quest’ultimo turno si sono confermati. Il problema per la nostra nazionale, ora, sembrano gli avversari e le loro rose stellari.

Le protagoniste di Euro 2020

Belgio e Spagna già qualificate hanno un potenziale di giocatori immenso ma, forse, non sono quelle che fanno più paura. I primi mettono in campo gente come Hazard, Mertens, Lukaku, De Bruyne; i secondi vantono una tradizione calcistica illuminata e tanti nuovi giovani pronti a proseguirla. Probabilmente sarà l’europeo di Ruiz, di Ceballos, di Asensio. La Francia, l’Inghilterra sono forse le più temibili. La lista dei loro top player potrebbe non finire mai. Mbappè, Dembelee, Griezmann o Sancho, Sterling, Kane: pensate che trai due mini-elenchi stavo lasciando fuori due centrocampisti come Alli e Pogba. La Germania non è più quella di una volta ma si rigenera sempre con giocatori nuovi pronti ad offrire contributi importanti, guarda Gnabry.

Risultati immagini per dembele mbappe griezmann francia

Anche l’Olanda è tornata ad essere un’ottima nazionale: qualità davanti, De Jong a centrocampo, De Ligt, Van Dijk, De Vrij in difesa. Non si possono sottovalutare i vicecampioni croati guidati da Modric, anche se non è facile ripetersi per loro. Il Portogallo gioca con Bernardo Silva, Cristiano Ronaldo e Joao Felix. La Polonia e l’Ucraina già qualificate hanno buoni giocatori. Milik, Lewandosky, Piatek: un attacco di peso per i polacchi. Gli ucraini potrebbero essere la squadra rivelazione. Yarmolenko, Marlos sono buoni giocatori ed esperti. Zynchenko e Malinovskiy giocatori che potrebbero fare la differenza.

Cos’ha l’Italia in più e in meno delle altre nazionali?

Guardando gli avversari, quindi, si capisce una cosa: tante squadre hanno giocatori che disputano le partite più importanti dell’anno, nelle squadre più forti del mondo. L’Italia ha buonissimi giocatori: ma quanti giocheranno un quarto di finale di Champions? In una competizione come l’Europeo conta moltissimo l’esperienza in campo internazionale. Noi ne abbiamo poca. Per questo sarà fondamentale recuperare Chiellini.

Risultati immagini per italia nazionale

Puntare sull’organizzazione, su una squadra corta che gioca partita per partita consapevole delle sue qualità e dei suoi limiti. Cosa che fece molto bene l’Italia di Conte, finché qualcuno non peccò di tracotanza. L’Italia del 2016 giocava davanti con Pellè ed Eder. Ora abbiamo alzato il livello. Sappiamo che non è facile ma che non è impossibile fare bella figura. Bisognerà studiare gli avversari e colpirli nei loro punti deboli, annullando i loro top players. Dalla nostra potrà giocare la nostra storia in questo genere di competizioni; l’Italia è sempre temuta, giustamente, per la qualità della propria organizzazione tattica e la capacità di “fare la partita”. Ci sono molte squadre che possono puntare ad alzare il trofeo. Sarà un europeo senza punti di riferimento, non solo a livello geografico.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook