Inter inarrestabile, 1-0 alla Lazio e vetta riconquistata

Inter inarrestabile, 1-0 alla Lazio e vetta riconquistata

Il tabellino

Inter – Lazio 1-0

Inter (3-5-2): Handanovic; Godìn, De Vrij, Skriniar; D’Ambrosio, Barella, Brozovic, Vecino (57′ Sensi), Biraghi; Politano (77′ L.Martinez), R.Lukaku (83′ Sanchez). A disposizione: Asamoah, Bastoni, Candreva, Dimarco, Gagliardini, Lazaro, Padelli, Ranocchia, Valero. Allenatore: Conte.

Lazio (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Bastos; Lazzari, Milinkovic (73′ Berisha), Parolo, Luis Alberto (66′ Leiva), Jony; Caicedo (53′ Immobile), Correa. A disposizione: Adekanye, Cataldi, Guerrieri, J.Lukaku, Lulic, Marusic, Patric, Proto, Vavro. Allenatore: Inzaghi.
Arbitro: Maresca di Napoli.

Marcatori: 23′ D’Ambrosio (I).

Note: Ammoniti D’Ambrosio, L.Martinez (I); Luis Alberto, Bastos, Parolo (L). Recupero 2’pt – 5’st. Calci d’angolo 3-6.

La partita

L’Inter fa 5 su 5 e riscavalca la Juventus in testa alla classifica. I nerazzurri, concreti e spietati, hanno la meglio di una Lazio inconcludente in una partita viva, dai tanti colpi di scena. L’1-0 finale non rende giustizia alla grande mole di occasioni da gol create, vanificate dalla scarsa cattiveria agonistica degli ospiti e da un Handanovic fenomenale. L’Inter ha già carattere e un’identità ben definita. Tutti danno il 100% nel proprio ruolo. Anche Biraghi, all’esordio nel suo nuovo corso nerazzurro, che confeziona l’assist decisivo alla prima da titolare.

Come prevedibile, è l’Inter a tenere il pallino del gioco. La Lazio si affida alle ripartenze in velocità, con Caicedo e Correa bravi a lanciarsi negli spazi. Sfruttando i velocisti, i biancocelesti riescono a presentarsi con continuità nella trequarti avversaria, ma l’ultimo passaggio è troppo spesso deficitario. Il muro biancoceleste resiste fino al 23°, quando Jony si lascia ingenuamente anticipare di testa da D’Ambrosio, che sigla l’1-0.
Nonostante qualche sbavatura di troppo in fase di impostazione, la Lazio è in grado di reagire impegnando Handanovic in diverse occasioni. Il portiere sloveno è miracoloso su Correa, due volte: prima con un volo a deviare un pallone destinato all’incrocio, poi con un tuffo basso alla propria sinistra. Interventi che salvano l’1-0.
Nel secondo tempo Inzaghi getta nella mischia Immobile, ma l’attaccante della Nazionale combina ben poco. E in questa Lazio, se non segna lui, non segna nessuno. Con il passare dei minuti, i biancocelesti crollano per l’eccessivo dispendio di energie, ma l’Inter non ne approfitta (clamoroso l’errore sottoporta di Lautaro Martinez, subentrato a Politano).
L’1-0 resiste fino al triplice fischio, senza patemi. Per l’Inter, forse la vittoria più importante della serie. Di sicuro, la più sofferta.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook