Roma-Udinese decide Dzeko

Roma-Udinese decide Dzeko

Anticipo importante per entrambe le compagini quello di oggi allo stadio Olimpico di Roma, i giallorossi vogliono continuare la rincorsa al quarto posto, i bianconeri vogliono provare a far punti per rimanere nella massima serie.

Un solo risultato quindi e la spunta la Roma che, dopo un inizio in affanno, prima riesce a riprendere il pallino del gioco con uno spumeggiante Marcano e, dopo due cambi azzeccati, sovrasta l’Udinese e trova i tre punti con il redivivo Dzeko che ritrova il gol in Campionato davanti ai suoi tifosi dopo quasi un anno.

Super Udinese – Ed è subito Udinese che con il suo centrocampo a 5 mette in netta difficoltà la Roma. Al 2’ con tre tocchi di prima De Paul si presenta solo soletto davanti a Mirante ma spazza alto sulla traversa. Dopo un minuto Fazio si addormenta sul taglio di Lasagna ma rimedia Manolas vincendo un bel contrasto in area di rigore. Mandragora mette paura all’Olimpico con un gran tiro che Mirante manda in corner.

La Roma soffre lo schieramento a cinque del centrocampo avversario ed è in difficoltà ad organizzare la manovra e l’Udinese, palla a terra, gioca molto meglio della Roma.

Al 14’ il tiro a incrociare di Lasagna, che dalla sinistra scappa a Marcano, finisce non lontano dal palo e Manolas conquista la corona da imperatore per una scivolata di sinistro che sradica la palla dai piedi di Lasagna pronto a battere a rete.

Inizia a piovere e la Roma si sveglia. Al 25’ bel cross di Marcano, la palla sfila in orizzontale al centro dell’area di rigore e finisce sui piedi di Cristante che, invece di lasciare il tiro a Zaniolo, svirgola malissimo il pallone. Dopo due minuti è Zaniolo a divorarsi letteralmente il vantaggio. La scivolata disperata di De Paul sul cross di El Shaarawy dalla sinistra inganna il giovane Niccolò che non tenta nemmeno il tap-in a due passi dalla riga della porta avversaria.

Al 32’ la respinta corta in area di Samir finisce sui piedi di Schick che invece di lasciare a Cristante, carico per il tiro, passa ad El Shaarawy che lascia partire un tiro troppo morbido per impensierire Musso. Ci prova Marcano che fa tutto da solo, dalla sinistra si sposta in area e di sinistro prova a colpire ma Musso gli nega la gioia del gol. Nel finale di primo tempo prima Schick, poi Dzeko hanno due buone occasioni ma, non convinti, scaricano tiri deboli contro la porta avversaria.

Giusto il pareggio a fine primo tempo: l’Udinese la fa da padrona nei primi venti minuti poi la Roma esce ma, senza cattiveria, non concretizza tre occasioni importanti.

Il Cigno è tornato – Ranieri cambia due pedine ad inizio ripresa e la partita cambia passo. Florenzi al posto di un infortunato Jesus e Pellegrini al posto di un evanescente Schick. Il 4-4-2 passa ad un 4-2-3-1 con un terzino di ruolo, Florenzi, ed un trequartista, Pellegrini, ad impostare l’attacco verso l’unica punta, Dzeko. Si accende El Shaarawy che scarica il destro in area avversaria ma troppo potente per una deviazione di Dzeko. Al 48’ su cross di Larsen Okaka salta sopra a Florenzi e di testa indirizza la palla sul palo più vicino ma Mirante devia in angolo. Ancora Udinese pericolosa con il cross di D’Alessandro, deviato da Florenzi, bravo Mirante a fare un passo indietro e a mettere la palla sopra la traversa. Al 57’ primo errore, quasi fatale, di Mirante che sbanda nell’area piccola quando De Maio impatta di testa il cross di D’Alessandro ma la palla finisce sul palo.

Fallo su Zaniolo al 59’ e Pellegrini va alla battuta. Il cross viene spizzato di testa da Cristante e finisce a fil di palo. Al 67’ finisce il digiuno, durato quasi un anno, di Edin Dzeko. Complice la disattenzione dei bianconeri dovuta all’infortunio di De Rossi, El Shaarawy lancia di esterno destro Dzeko, che entra in area e di destro morbido piazza la palla in rete.

Da qui fino alla fine la Roma staziona permanentemente nella metà campo avversaria e non dà tregua all’Udinese fino al triplice fischio di Di Bello.

Vittoria fondamentale per i giallorossi, pesantissima per la lotta al quarto posto, l’Udinese, pur in gran forma ed a tratti pericolosa, non riesce a colmare il gap tecnico con i padroni di casa.

La Roma finisce al quarto posto in attesa delle sfide del Milan e dell’Atalanta.

Meritano 2duerighe:

Marcano: nel primo tempo si prende sulle spalle la squadra che soffre il veloce contropiede dell’Udinese, diventando il regista occulto. Nel secondo tempo, grazie ai cambi azzeccati, torna al suo lavoro. Sottovalutato per tutta la stagione.

Schick: è evidente ormai che non può giocare come seconda punta accanto a Dzeko. Lo intralcia, gli ruba il posto ma quel che è più grave è evanescente. Sbaglia la scelta del compagno quando si ritrova tra i piedi in piena area di rigore una respinta corta di Samir, tira poco convinto in porta svirgolando la palla un ottimo assist di El Shaarawy. Rimandato.

TABELLINO

ROMA – UDINESE 1-0

Roma (4-4-2): Mirante, Jesus (46’ Florenzi), Manolas, Fazio, Marcano, Zaniolo, Cristante, De Rossi (69’ Under), El Shaarawy, Dzeko, Schick (46’ Pellegrini). All.: Ranieri.

Udinese (3-5-2): Musso, De Maio (74’ Teodorczyk), Troost-Ekong, Samir, Larsen, Fofana, Mandragora (69’ Sandro), De Paul, D’Alessandro (72’ Pussetto), Lasagna, Okaka. All.: Tudor.

Marcatori: 67’ Dzeko

Ammoniti: Jesus, Dzeko (R), D’Alessandro, Musso, Troost-Ekong (U).

Arbitro: Di Bello di Brindisi.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook