Inter – Bologna 0-1, Santander affonda i nerazzurri

Inter – Bologna 0-1, Santander affonda i nerazzurri

Terza sconfitta in meno di una settimana per l’Inter di Spalletti. Dopo l’1-0 di Torino e l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano della Lazio, i nerazzurri si fanno superare in casa dal Bologna aggravando una crisi che ora inizia ad assumere connotati preoccupanti. Decide un gol di Santander, che regala la prima gioia a Mihajlovic e riporta la propria squadra alla vittoria dopo 14 tentativi a vuoto.

Spalletti si riaffida a Nainggolan e Perisic, entrambi pesantemente fischiati (il primo in occasione della sostituzione), mentre Mihajlovic, alla prima sulla panchina del Bologna, manda in campo dal primo minuto l’ex interista Palacio.

Icardi spreca — L’Inter ha la palla buona per sbloccare la gara dopo appena un minuto, Icardi, però, non approfitta della gentile concessione di Poli. La squadra di Spalletti fa molto possesso palla, ma si tratta di un palleggio sterile, spesso con passaggi all’indietro e quasi mai votato alla ricerca della verticalizzazione. Il Bologna, al contrario, è attento, cinico e determinato e, dopo un paio di occasioni sventate da Handanovic, riesce a passare in vantaggio al 33’ con Santander, bravo a girare di testa un calcio d’angolo da sinistra.

Solo confusione — Nel secondo tempo il copione non cambia. L’Inter, alla ricerca spasmodica del pareggio, attacca con maggiore frequenza, ma sempre senza graffiare. Lautaro Martinez prende il posto di uno spento Candreva, senza però riuscire a ripagare la fiducia di Spalletti (al 66’ è clamoroso l’errore dell’argentino, che mette a lato di testa da ottima posizione). In campo c’è confusione e, dopo l’ingresso di Ranocchia come attaccante, in molti cresce la convinzione che il caos regni altresì nella mente del tecnico toscano.
Finisce 0-1 per gli ospiti. L’Inter è ancora terza, ma adesso la malattia è conclamata.

Meritano 2duerighe:

Santander: la sua prestazione non è sintetizzabile solo con il gol che decide la gara. Fa tanto movimento e impegna più volte Handanovic. Una prestazione maiuscola.

Icardi: dopo meno di un minuto ha l’occasione buona per sbloccare la gara, ma la spreca malamente. È l’emblema di un’Inter che non va.

Il tabellino:

Inter – Bologna 0-1

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Soares (79′ Ranocchia), De Vrij, Skriniar, Dalbert; Vecino, Brozovic; Candreva (46′ Lautaro Martinez), Nainggolan (68′ Joao Mario), Perisic; Icardi. A disp.: Padelli, Miranda, D’Ambrosio, Asamoah, Salcedo, Gagliardini. All.: Spalletti.

Bologna (4-3-3): Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco (49′ Gonzalez), Dijks; Poli, Pulgar, Soriano; Palacio (75′ Krejci), Santander (87′ Destro), Orsolini. A disp.: Da Costa, Calabresi, Paz, Svanberg, Krejci, Dzemaili, Donsah, Nagy, Edera, Falcineli. All.: Mihajlovic.

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Marcatori: 33′ Santander.

Note: Ammoniti: Vecino (I); Mbaye, Danilo (B).

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook