Il Wigan beffa il City al 91’ e vince la FA Cup

Il Wigan beffa il City al 91’ e vince la FA Cup

kone-kompany.ashxLa magia della FA Cup regala un’altra storia emozionante, quella del Wigan che dopo 81 anni di attesa riesce a conquistare la coppa d’Inghilterra a Wembley, superando meritatamente 1-0 il City con un gol nel finale.

Mancini recupera Tourè e si affida al duo argentino Aguero-Tevez per scardinare la difesa dei Latics.

Pesanti le assenze invece per Martinez il quale deve rinunciare a Figueroa, Beausejour, Ramis e Stam, ed obbligato a schierare un 4-3-3 con McManaman, Kone e Maloney in avanti.

Parte bene il Wigan che dopo soli otto minuti sfiora il vantaggio proprio con McManaman il quale prova a piazzare un sinistro a giro in seguito ad un dribbling non inquadrando lo specchio della porta.

Il City non trova sbocchi, produce gioco senza essere mai pericoloso fino al 29’ quando Nasri imbecca Aguero in area, l’argentino è rapido nel servire al centro Tevez che calcia a colpo sicuro ma Joel si esibisce in un intervento miracoloso deviando con il piede.

L’equilibrio resiste, la gara non sale di tono anche se il Wigan mette nuovamente paura alla squadra di Mancini sempre con McManaman il quale dopo un’azione prolungata in area calcia addosso ad Hart.

Al 41’ i Citizens provano a sbloccare la situazione stavolta con Barry che sfrutta un rimpallo e calcia in porta con un sinistro troppo centrale preda di Joel.

Nessun cambio nell’intervallo e seconda frazione che inizia con il City in avanti, al 50’ Aguero viene anticipato provvidenzialmente, pochi minuti dopo Milner rivela Nasri.

Maloney scheggia l’incrocio dei pali al 76’ con una punizione dal vertice dell’area, mentre Zabaleta rimedia la seconda ammonizione all’84’ lasciando il City in dieci.

La gara rimane bloccata e con il passare dei minuti cresce soprattutto la paura di perdere per entrambe le squadre anche se il Wigan sembra più intraprendente.

Al 91’, durante il primo minuto di recupero, un calcio d’angolo di Maloney è sfruttato dal neoentrato Watson che anticipa Rodwell di testa ed infila sul secondo palo Hart.

Il City si butta in avanti disperatamente, ma stavolta il miracolo della rimonta nell’extra-time non accade ed il Wigan alza il trofeo più antico del mondo per la prima volta nella sua storia.

MANCHESTER CITY- WIGAN 0-1 (PRIMO TEMPO 0-0)

Marcatori: 91’ Watson.

Ammoniti: Nastasic, Barry, Joel.

Espulso: Zabaleta.

Manchester City (4-4-2): Hart; Zabaleta, Kompany, Nastasic, Clichy; Nasri (55’ Milner), Y. Touré, Barry (90’ Dzeko), Silva; Tevez (69’ Rodwell), Aguero.

All.: R. Mancini.

Wigan (4-3-3): Joel; Boyce, Scharner, Alcaraz, Espinoza; McCarthy, Gomez (81’ Watson), McArthur; McManaman, Kone, Maloney.

All.: R. Martinez.

Arbitro: A. Marriner.

 

di Matteo Ciofi (da Dublino)

11 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook