Inter irriconoscibile, becca quattro gol dall’Atalanta

Inter irriconoscibile, becca quattro gol dall’Atalanta

E all’ottava l’Inter si ferma. I nerazzurri di Spalletti, dopo sette vittorie consecutive, perdono meritamente a Bergamo contro l’Atalanta che continua cosi la sua serie positiva di successi ( 4 affermazione consecutiva) che la rilancia  in classifica, alla conquista di un posto in Europa League.

 

Assalto atalantino La gara vede subito gli orobici all’assalto della porta interista. Handanovic salva su Zapata. Al 9′ Hateboer in scivolata porta in vantaggio i padroni di casa. L’Inter non morde e l’Atalanta più volte costringe Handanovic agli straordinari, salvando su Illicic per due volte, dopo una deviazione di D’Ambrosio sul palo che ha rischiato l’autogol.

Sul finale del primo tempo, ancora il portiere dell’Inter  con un prodigioso balzo, nega a Toloi il gol del raddoppio.

Icardi primo gol a Bergamo Ad inizio ripresa, Mancini colpisce nettamente il pallone con il braccio. L’arbitro, senza esitazione indica il dischetto del rigore per l’Inter. A trasformare  dagli undici metri è Icardi, alla sua prima marcatura sul campo atalantino. La gara, a questo punto, diventa più incerta. Quando però il gol di Icardi sembra aver svegliato l’Inter, l’Atalanta passa di nuovo in vantaggio con un colpo di testa di Mancini, ragazzo interessante seguito proprio da tempo dai nerazzurri di Milano.

La squadra di Spalletti cerca la reazione con l’entrata in campo dell’altra punta Keita al psto di Politano, ma a far paura sono ancora gli orobici che all’88’ portano a tre le reti con Djimsiti sempre di testa. Al 92′ scatta il cartellino rosso a Brozovic per doppia ammonizione. Due minuti dopo Gomez da fuori area  con un gran tiro da fuori area supera Handanovic, realizzando così il quarto gol per gli atalantini. Per l’Inter questa è forse una giornata storta sola  da dimenticare però in fretta, subito dopo la sosta.

 

 Handanovic  Con le sue parate ferme le sfuriate orobiche ed evita una sconfitta ancora più umiliante; segno evidente di un’Inter in panne. Gasperini  Non sbaglia nulla e carica i suoi uomini, alcuni  molto giovani ed interessanti, a puntiglio, contro la sua ex squadra diventata oggi più nera e meno azzurra.

 D’Ambrosio Sempre in difficoltà contro Gosens, sfiora anche l’autogol, colpendo per fortuna il palo.

 

Atalanta – Inter  4 – 1

Marcatori: 9′ Hateboer (A), 47′ Icardi su rig. (I), 62′ Mancini (A), 88′ Djimsiti (A), 94′ Gomez (A)

Atalanta: Berisha, Toloi,( 56′ Castagne), Djimsiti, Mancini, Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens, Gomez, Ilicic, Zarata (71′ Pasalic) All: Gasperini

Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Miranda,(71′ Vrsaljko), Skriniar, Asamoah, Vecino, ( 46′ Borja Valero) Brozovic, Gagliardini, Politano (66′ Keita), Icardi, Perisic.  All Spalletti

 

Arbitro: Maresca di Napoli

Note: espulso Brozovic al 92esimo per doppia ammonizione  Ammoniti: Vecino, Brozovic, Skriniar, Hateboer, Gagliardini, De Roon, Gomez.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook