Inter – Barcellona 1-1, per i nerazzurri un pari che vale oro

Inter – Barcellona 1-1, per i nerazzurri un pari che vale oro

Un avversario tra i più forti d’Europa, nonostante l’assenza di Messi. Un pareggio che vale come una vittoria. In un San Siro da record, l’Inter blocca il Barcellona sul punteggio di 1-1 e compie un altro passo importante verso la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. Icardi, a tre minuti dal termine, manda in visibilio i tifosi nerazzurri dopo lo sconforto per la rete di Malcom subita appena pochi minuti prima. Ora basterà un pareggio contro il Tottenham per strappare il pass.

Muro Inter – Il Barcellona, anche senza Messi, è una squadra fortissima. Copre ogni linea di passaggi con Rakitic e Busquets e, recuperata palla, si lancia fulmineamente in ripartenza con Dembelé e Coutinho. Proprio il brasiliano sfiora il classico gol dell’ex al 37’, quando viene stoppato solamente da un provvidenziale intervento di Handanovic. Il più pericoloso del Barcellona, manco a dirlo, è Suarez, che prima s’inventa una magia controllando in corsa e sfiorando il palo con un pallonetto, poi si rende protagonista andando vicino al vantaggio tre minuti prima del duplice fischio dell’arbitro (decisivo nuovamente Handanovic).

La riprende Icardi – Nella ripresa l’Inter entra in campo con un altro piglio, ma è sempre il Barcellona a fare la partita. Handanovic continua il suo show su Coutinho e Dembelè, prima di vedere il suo muro crollare sull’affondo decisivo di Malcom, appena entrato in campo. Eppure, come spesso avviene negli ultimi tempi, quando tutto sembra indirizzato verso binari sbagliati arriva puntuale il graffio di Mauro Icardi, fino a quel momento evanescente, che sfrutta il prezioso lavoro di Lautaro per trafiggere Ter Stegen e riportare il punteggio in parità. È un punto preziosissimo, è un passo verso gli ottavi.

Meritano 2duerighe:

Handanovic: un muro capace di bloccare per più di 80 minuti il trio offensivo blaugrana, tra i più forti in circolazione. Senza di lui avremmo raccontato un’altra partita.

Coutinho: inventa in campo aperto in occasione del gol del vantaggio, ma è solo uno dei tanti sprazzi di genio con cui il brasiliano ex Inter illumina la serata.

Il tabellino:

Inter – Barcellona 1-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: Malcom (B) al 38′, Icardi (I) al 42′ s.t.

Inter (4-3-3): Handanovic; Vrsaljko, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic (dal 40′ s.t. L. Martinez), Nainggolan (dal 18′ s.t. Borja Valero); Politano (dal 36′ s.t. Candreva), Icardi, Perisic. (Padelli, Miranda, D’Ambrosio, Keita). All. Spalletti.

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Sergi Roberto, Piqué, Lenglet, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Arthur (dal 29′ s.t. Vidal); Dembelé (dal 36′ s.t. Malcom), L. Suarez, Coutinho. (Cillessen, Semedo, Aleña, Rafinha, Chumi). All. Valverde.

Arbitro: Marciniak (Pol).

Note: ammoniti Rakitic, Brozovic, Perisic.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook