Pokerissimo Klose-Perla Hernanes: La Lazio ne fa 6

Pokerissimo Klose-Perla Hernanes: La Lazio ne fa 6

aaalazioLa calda e assolata giornata di Roma stride molto sull’animo dei tifosi che, memori delle ultime apparizioni, temono una nuova prestazione opaca dei biancocelesti. L’Olimpico ospita un Bologna che, forte della sua posizione in classifica, non ha da chiedere più nulla al campionato. Mister Petkovic si affida ad un classico 4-4-2 con Floccari che affianca Klose, gli infortunati Mauri ed Ederson sono sostituiti da Lulic e Konko. La squadra di Pioli si presenta con un 4-2-3-1 con Gilardino unica punta assistito da Kone, Gabbiadini e Diamanti. I padroni di casa partono bene e determinati: al 7′ doppia occasione con Floccari e Lulic entrambi murati al momento della conclusione, al 10′ Ledesma, di prima, su ribattuta spara abbondantemente fuori. La Lazio è molto propositiva e volenterosa. Al 15′ Candreva, da ottima posizione, calcia troppo laterale mandando la palla fuori dallo specchio della porta. Al 17′ non si chiude un importante triangolo tra Radu e Klose che avrebbe mandato il romeno sull’out di sinistra. La partita, tuttavia, non vive emozioni eclatanti fin quando non sale in cattedra Miroslav Klose che, digiuno di gol da Dicembre, decide di interrompere la carestia nel migliore dei modi. Minuto 21, tiro al volo di Candreva, Stojanovic para ma respinge centralmente dove il “panzer”, da vero rapace d’area, ribadisce in rete. Boccata d’ossigeno preziosissima per i biancocelesti. Il Bologna in campo non si fa sentire e la Lazio ne approfitta: al 31′ Hernanes con una mirabolande traiettoria incastona la palla sotto gli incrocio dei pali. E’ il 2 a 0. Gli uomini di Pioli si chiudono e la Lazio dilaga. Al 32′ Floccari fa tremare la traversa con un destro a giro, poi Klose firma la doppietta: su assist di Lulic il tedesco controlla e su uscita dell’estremo difensore insacca con un tiro ad incrociare. Passa molto poco e Miroslav ne fa 3, anticipando su cross di Konko sull’out di destra. Il primo tempo finisce così con un bologna che tenta di svegliarsi con due conclusioni di Taider velleitarie per Marchetti. Nel secondo tempo la Lazio entra sazia e lascia spazi più ampi ad uno sterile Bologna che, non approfittandone, viene nuovamente punita dalla punta tedesca: splendida incursione del solito Candreva, cross,anticipo secco e poker calato. Iniziano le sostituzioni. Pioli cerca di difendersi il più possibile togliendo Perez e Gilardino. Dopo il mal tempo su Bologna si abbatte un nuovo tornado forza5: Klose non perdona su contropiede corale Lulic-Floccari. La partita non regala più nulla. Vittoria rotonda, netta e voluta di una Lazio che, da tempo, aveva smarrito quella convinzione e quella sicurezza che l’avevano contraddistinta nel girone d’andata. Ora serve mantenere questa condizione che ben fa sperare per l’imminente impegno di metà settimana.

Damiano Rossi (Redazione Frascati)

5 maggio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook