Professional Cup Brazilian Jiu-Jitsu, Italia 2011

di Valerio Perini

Fonte articolo: Ventonuovo

Nelle giornate del 13, 14 e 15 Maggio 2011, a Biella, presso lo stadio Lauretana Forum, si è svolto il Professional Cup di Brazilian Jiu-Jitsu (Campionato Mondiale di Brazilian Jiu.Jitsu).
Lo stadio che ospitava l’evento non era molto gremito, tuttavia questa scarsa affluenza di pubblico, può essere addebitata  alla recente diffusione di questo magnifico sport nel nostro paese .

La competizione ha visto la partecipazione di atleti rinomati nel panorama internazionale del Brazilian JJ ed è stata organizzata dal “Comitato Organizzatore Professionale Cup BJJ” (con la collaborazione di Carlson Gracie Jr.), oltre al patrocinio della Provincia di Biella, ATL Biellese e Biella Accoglie; così come si evince dalla Deliberazione della Giunta Comunale della Città di Biella del 12/05/2011.
Molti gli incontri che si sono disputati in questa tre giorni di Jiu-Jitsu Brasiliano; tra questi i più importanti sono stati quelli che hanno avuto come protagonisti i grandi del BJJ:   
Kron Gracie (del team Rickson Gracie), ha affrontato e vinto il “Super Fight” contro Yan Cabral (Aranha JJ team) e  poi ha disputato la finale con Gilbert Burns detto “Durinho” (Atos team) per la categoria “Black Belt Absolute Light”, riportando un’altra vittoria e portandosi a casa una borsa di ben 4000 € per quest’ultimo incontro. (Per questo campionato del mondo di Brazilian JJ infatti, sono stati messi in palio 60000 € di premi, da dividere tra i vincitori delle varie categorie).
Bernardo Faria (del team Aliance), ha prima affrontato e vinto il “Super Fight” contro Rafael Abi Rhian e successivamente,  per la categoria “Black belt Absolute Heavy”,  ha disputato una controversa finale con Romulo Barral (Gracie Barra team).
In seguito ad una leva al ginocchio di Barral infatti, Faria avrebbe urlato (che nel regolamento del BJJ equivale al battere a terra sul “Tatatmi” e quindi all’arrendersi); dopo la “vocalizzazione”, non si sa bene se di sua volontà o per ingiunzione arbitrale, l’atleta del “team Gracie Barra”, avrebbe mollato la presa al ginocchio dell’atleta del “team Aliance” e questi dopo averlo spintonato, avrebbe sostenuto che si trattava di una leva “illegale” e che quindi non si era arreso. Alla fine della discussione tra i due atleti, Romulo Barral visibilmente alterato, si è allontanato dal “Tatami”; richiamato più volte dall’arbitro, dopo il suo rientro sul “Tatami” ed una breve consultazione tra i giudici di gara e l’arbitro, è stata assegnata la vittoria a Bernardo Faria.
Tra le star presenti alla manifestazione sportiva, non si può non citare il leggendario Rickson Gracie, nelle vesti di accompagnatore del  figlio Kron .
Per saperne di più : www.bjjprocup.com oppure potete ricercare i video degli incontri su You Tube.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook