Olimpiadi: arrivano l’oro nel taekwondo, argento nel pugilato e bronzo nella Pallavolo

Il merito dei successi italiani vanno al lottatore pugliese Nicola Molfetta, al pugile campano Clemente Russo e alla Nazionale di Volley guidata da Mauro Berruto.

Per l’Italia è arrivato il primo oro nel taekwondo. ( ottava complessiva in questa Olimpiade). L’ impresa l’ha compiuta il  28enne pugliese Nicola Molfetta , nella categoria 80 kg, che ha sconfitto in finale il rappresentante del Ghana Anthony Obame. Per il taekwondo azzurro è la seconda medaglia dopo quella di bronzo conquistata da Mauro Sarmiento. La vittoria di Molfetta ha riservato continue emozioni, anche perchè giunge a termine di una grande rimonta, che è giunta al golden point, dopo che la gara  si era conclusa in perfetta parità ( 9 a 9). A decretare la vittoria del lottatore di Mesagne (Brindisi) è stato il giudice di gara che terminati il sudden death sempre sul pareggio, ha decretato la vittoria dell’italiano per maggiore combattività.

” E’ una medaglia che dedico a me stesso, a Leonardo Basile, il vero peso massimo della Nazionale italiana e alla mia ragazza Serena. Per un punto si può vincere o perdere. Oggi ho vinto, volevo questa medaglia” – esclama felicissimo il vincitore. Congratulazioni a Molfetta sono poi giunte addirittura dal presidente Moratti, presidente dell’ Inter, la sua squadra del cuore.

Un plauso va al pugile 29enne Clemente Russo che in finale contro l’ucraino Oleksandr Usyk riconquista, come quattro anni fa a Pechino, la medaglia d’argento ( categoria pesi massimi 91 Kg). L’atleta campano, originario di Marcianise ( Caserta) e vice campione olimpionico a Pechino, ha lottato con tutte le sue forze, ma poi ha dovuto cedere alla distanza di fronte agli allunghi dell’avversario per 14 a 11. ” Sono contento. La testa voleva vincere l’oro, il corpo no. Forse ero un pò stanco, se avessi avuto un giorno di riposo in più forse sarei andato meglio. Dedico questa medaglia a mia figlia. Riproverò a vincere a Rio De Janiero nel 2016.” dice convinto l’atleta campano.

Sul podio olimpico sale anche la Nazionale di Pallavolo che battendo la Bulgaria per 3 a 1, si aggiudica la medaglia di bronzo. Questa affermazione per l’Italia, viste le ultime prestazioni non esaltanti e la sconfitta nel girone eliminatorio ( 3 a 0) giunge forse a sorpresa. Soddisfatto a fine gara il tecnico Mauro Berruto: Abbiamo fatto il massimo. Sono orgoglioso, commosso di questa squadra. Questa medaglia ci darà la spinta per puntare in futuro al gradino più alto del podio. Abbiamo dimostrato a noi stessi e all’Italia che cadere non è una vergogna. Ora è il momento di puntare al top.” Sulla gara, soddisfatto è il pallavolista Luigi Mastrangelo: ” Siamo stati bravi nel servizio. Abbiamo toccato tanti palloni al muro che con loro nella partita a girone non avevamo fatto”.  

G.R.

12 agosto 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook