FERMATO IL MOLESTATORE DI SERENA WILLIAMS

di Armin Sefiu

Individuato dalla polizia di Palm Beach nel complesso residenziale della ex numero 1 del tennis mondiale, si sarebbe giustificato dicendo:«la amo e anche lei ama me»
Lontana dai campi ormai da mesi per via di alcuni problemi fisici che non le hanno permesso di partecipare ai tornei del grande slam, l’ex campionessa del tennis mondiale sta avendo qualche difficoltà anche nella vita privata, vittima di uno stalker.

La Williams, a causa delle molestie, è stata pervasa da stati d’ansia e paure che le hanno impedito di vivere una vita normale e spensierata. Per cercare di uscire da questa situazione così incresciosa, la donna, in collaborazione con la polizia di Palm Beach, è riuscita a buttar giù una lista dei possibili sospettati. E proprio grazie a questa ricostruzione, nella notte di lunedì, gli uomini delle forze dell’ordine hanno fermato un uomo di 40 anni mentre si accingeva ad entrare nel complesso residenziale dove risiede la tennista, a sud della Florida. Lo stalker, sentendosi braccato, si è giustificato affermando di recarsi a casa della più giovane delle sorelle Williams, perché l’ama ed è corrisposto.

L’avvocato della ex numero 1 del tennis mondiale, Malcom Cunningham, ha fatto sapere di aver recentemente presentato un’ingiunzione nei confronti dell’uomo, per aver cercato di contattare la Williams per ben tre volte e per essersi finto un assistente della stessa per intrufolarsi nel suo camerino.

A sua difesa, il molestatore avrebbe semplicemente detto di non aver compiuto alcun atto persecutorio.

Insomma, la storia di Serena vittima di persecuzioni sembra ancora non avere un lieto fine.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook