Milano piega Montegranaro, Venezia di nuovo terza

L’EA7 Emporio Armani Milano archivia la pratica Fabi Shoes Montegranaro, uscendo vittoriosa dal PalaRossini (92-98 il punteggio finale). La squadra lombarda parte in sordina, giocando un primo tempo al di sotto delle proprie possibilità. Difesa aggressiva e intensa quella del Montegranaro, che concede pochissimo all’Olimpia. May e Karl infiammano subito la partita, spingendo la propria squadra a +8 sugli avversari.

 

Dalle prime battute sembra la solita Olimpia, grande con le grandi e piccola con le squadre sulla carte più deboli. L’Armani non sembra mostrare alcuna reazione alle parole di mister Scariolo, che appena una settimana fa ha spronato i suoi a mostrare maggiore concentrazione con le squadre di seconda fascia. Ma il coach dell’Olimpia ha molti assi nella manica, e uno di questi è Fotsis, che in poco tempo, con due triple e una schiacciata, riesce a riprendere la squadra marchigiana (21-21).

Nel secondo quarto Milano mescola le carte e passa ad una difesa a zona. Inizialmente, però, la musica non sembra cambiare. La Fabi Shoes riesce ad allungare, grazie soprattutto a McNeal, che riesce spesso a trovare dei varchi nelle maglie biancorosse e ad infilarcisi dentro. Ma Fotsis è in serata di grazia e con 5/9 da tre punti cambia l’inerzia della partita. Bourousis, fino a quel momento disastroso, decide di iniziare a fare sul serio. Montegranaro cerca di restare a contatto con Milano, ma è un’impresa difficilissima. Anche Hairston inizia a giocare come sa, e i risultati si vedono: l’Olimpia aumenta l’intensità offensiva e si porta sul +9. A questo punto gestire il risultato non è affatto impossibile. Vittoria fondamentale dell’Emporio Armani, non solo per la classifica ma anche per il morale, in vista del derby della prossima settimana con Cantù.

Nella sfida tra Umana Venezia e Canadian Solar Bologna, le squadre regalano due tempi a testa all’avversario, ma alla fine è Venezia a spuntarla (71-66). L’Umana parte forte, mentre la Virtus fatica ad entrare in partita. Bowers infila la zona bianconera, portando la sua squadra sul 20-11. Bologna ceca di registrare la difesa, e ci riesce. Comincia un’altra partita, che vede la risalita lenta ma inesorabile della squadra bolognese, micidiale nel piazzare un break di 18-2 a cavallo dei due quarti. L’Umana prova a rimescolare le idee, ma va a segno solo con Clark e Slay nel secondo quarto. Alla ripresa la Reyer è più decisa, ma manca più volte l’aggancio agli avversari.

Nell’ultimo quarto, però, la musica cambia. Venezia ingrana la quarta e realizza un break (10-0) che  annichilisce Bologna. La squadra veneta allunga e regala ai suoi tifosi una vittoria che le permette di lasciarsi alle spalle la Virtus e di salire al terzo posto. I play-off sono ormai ad un passo.

 

Questi gli altri risultati dell’undicesima giornata di ritorno di Lega A:

 

Cantù-Casale

70 – 55

 

06/04 20:30

Sassari-Treviso

89 – 77

 

07/04 16:10

Teramo-Caserta

86 – 78

 

07/04 20:30

Avellino-Roma

82 – 88

 

07/04 20:30

Montegranaro-Milano

92 – 98

 

08/04 20:30

Biella-Varese

82 – 89

 

09/04 18:15

Venezia-Bologna

71 – 66

 

09/04 18:15

Pesaro-Cremona

86 – 64

 

09/04 20:30

 

Giuseppe Ferrara

10 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook