Tirreno-Adriatico: jet-Cavendish mette tutti in fila

Va al campione del mondo dell’Isola di Man la seconda tappa della “Due Mari” 2012. A Indicatore, in provincia di Arezzo, Mark Cavendish impone il suo talento cristallino grazie ad un lavoro di squadra perfetto e tutto finalizzato a portare il velocista più forte del momento in buona posizione sul rettilineo d’arrivo. Missione compiuta: battuti Freire e Farrar. Primo degli italiani, il venticinquenne Sacha Modolo, della Colnago-Csf Inox, giunto in quinta posizione. Tappa piuttosto piatta tirata dalla squadra del leader Matthew Goss, la Greenedge, che permette al suo uomo di mantenere la maglia del primato anche se avvicinato da Cavendish che si impossessa dei 10” di abbuono e avvicina l’australiano in classifica generale, ora a 13”.

L’arrivo purtroppo è caratterizzato da una maxi-caduta a 2,5 km dal traguardo, quando il gruppo si spezza per un rientro troppo lento degli attaccanti Van Avermaet e Tiralongo, che vengono tamponati e innescano un domino micidiale, ma che fortunatamente non ha conseguenze troppo gravi. Michael Matthews, corridore della Rabobank, in ospedale con varie escoriazioni; Michele Scarponi dolorante alla mano destra. Distacchi azzerati all’arrivo e nessun ritiro alla fine della giornata.

Dopo il prologo di mercoledì, vinto dalla formazione Greenedge, e la tappa di Indicatore, come da pronostico dominata dal fuoriclasse inglese e dal team Sky (ottimo il lavoro di Boasson Hagen), oggi si entra in terra umbra per un lungo trasferimento verso Terni. Si attraverseranno le due province della regione, da nord verso sud, attraversando alcune delle zone più belle del centro Italia, senza grandi asperità ma, c’è da scommetterci, con un ritmo infernale e dall’epilogo molto simile a quello in terra toscana: logico favorito resta Cavendish. Gli ultimi sei km completamente piatti sono il terreno naturale per una probabile volata a ranghi compatti: occhio anche ai “piazzati” di Indicatore, con Farrar e Freire in cerca di riscatto dopo la sconfitta di ieri. Giura “vendetta” anche il leader Goss: “nell’ultima volata prima della Sanremo voglio prendermi la rivincita su Cavendish”.

Luca Bolli

9 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook