GP Brasile: prima gioia per Webber, Alonso solo quarto

L’ australiano della Red Bull vince il suo primo gran premio 2011 nell’ultima gara della stagione e, lascia dietro il suo compagno di squadra Vettel e Button. Quarta e quinta posizione per le Ferrari di Alonso e Massa. Fuori Hamilton.

L’ultimo Gp della stagione è il primo successo 2011 di Webber. A San Paolo dietro l’australiano c’è il compagno di team Vettel, quindi Button e Alonso.

Bene Alonso in partenza:passa Hamilton poi infila Button con un gran sorpasso. Vettel accusa problemi al cambio, Webber lo avvicina e lo passa dopo il pitstop. Massa adotta la strategia delle due soste, ma non riesce a ottenere più del quinto posto. Hamilton si arrende a metà gara per problemi al cambio. Alonso assapora il podio, ma dopo aver montato le intermedie viene ripreso facilmente da Button e superato.

Partenza subito entusiasmante con i primi tre che tentano la fuga e le Ferrari dietro ad inseguire. Alonso molto veloce  supera subito Hamilton e passa in quarta posizione mentre Massa infila Rosberg portandosi alle spalle di Hamilton. Davanti Vettel inizia a fare il vuoto con i suoi giri veloci. Alonso molto aggressivo tallona da vicino Button e lo sorpassa sullo stretto con una grande manovra. Il tedesco della Red Bull inizia ad accusare problemi al cambio permettendo a Webber di recuperare terreno. Dopo la prima sosta non cambia l’ordine di gara. Senna dopo un contatto con Schumacher deve scontare un drive through mentre Glock si ritira per la perdita  della gomma posteriore all’uscita dai box. Ritiro anche per Maldonado dopo un testacoda. Webber continua a recuperare secondi sfruttando i problemi al cambio di Vettel. Dopo la seconda sosta Webber balza in testa mentre Vettel segue da vicino. Massa inizia ad accusare dei problemi e viene sorpassato da Button. Si ripropone il duello infinito dell’anno tra Massa ed Hamilton. L’inglese dopo un paio di giri decide di cambiare strategia passando alle gomme medie come farà subito dopo il brasiliano Massa. Nel 48° giro Hamilton deve abbandonare la gara per problemi al cambio. Interessante il duello tra Sutil e Rosberg che si scambiano le posizioni . Nell’ultima parte di gara i due piloti della Red Bull tentano la fuga mentre Alonso inizia a perdere terreno,lamenta problemi al drs e viene sorpassato da Button al 63° giro che lo infila grazie al drs. Termina,cosi, la gara con Webber che vince il suo primo gran premio della stagione e la Red Bull che festeggia la doppietta con i suoi due piloti chiudendo in bellezza uno strepitoso campionato. Sul podio sale Button che chiude il mondiale secondo davanti ad Alonso quarto in gara. Quinta l’altra Ferrari di Massa.

Finalmente è felice dopo un’ annata difficile il pilota australiano della Red Bull Mark Webber: “Ho avuto un po’ di sfortuna nella stagione, ma la doppietta è importante per la squadra. E’ una vittoria che cercavo, avrei combattuto fino alla fine. Ho apprezzato gli ultimi giri.”

Ha chiuso il suo campionato con un ennesimo podio chiudendo il mondiale da vero trionfatore che lo ha visto vincere il suo secondo titolo iridato. A fine gara è felice del secondo posto e guarda già avanti alla prossima stagione. Ora penserà a riposarsi un po’: “Non posso certo essere triste per questo risultato. E’ stata una doppietta fantastica per la Red Bull. Dopo un anno fenomenale ricarichiamo le batterie per la prossima stagione.”

E’ stata una stagione tutto sommato da incorniciare per il campione della McLaren Jenson Button che festeggia a San Paolo il podio e la seconda posizione nel campionato costruttori dietro al tedesco Vettel: “E’ stata una gara difficile per me con le soft. Alonso è stato bravo e dopo il sorpasso facevo fatica a stargli dietro. Con le ‘dure’ ho subito trovato un buon ritmo.”

Il mondiale lascia alla Ferrari poche soddisfazioni ma Alonso cerca di vedere le cose buone congratulandosi con il team che ha sempre lavorato sodo per permettere ai piloti di raggiungere ottimi traguardi ed essere competitivi: “Dobbiamo essere molto felici del lavoro dei meccanici, degli ingegneri e di tutto lo staff quest’anno. Sappiamo cosa ci è mancato, una macchina un po’ più competitiva, ma la squadra ha massimizzato il lavoro in tutto il weekend.”

Nessun podio quest’anno per Massa che si è poco divertito, tra problemi meccanici, contatti in pista ed errori personali ma cerca di guardare avanti, alla stagione che verrà sperando di essere più competitivi: “C’è tanto da lavorare. Questa stagione è andata male. Ma siamo fiduciosi per la prossima stagione.”
 
Anche il responsabile della Ferrari Domenicali cerca di dimenticare un annata difficile e, pensa già al futuro dove, nel prossimo 2012, bisognerà portare in pista due macchine all’altezza della fame della scuderia di Maranello ,quindi, più competitive: “E’ finita una stagione che non è stata brillante, anzi  direi non positiva. Continuiamo a testa bassa, sin da adesso, a lavorare per la prossima stagione.”

GP Brasile – Interlagos (San Paolo):

1 Mark Webber            Red Bull-Renault             1h32’17”434
2 Sebastian Vettel        Red Bull-Renault              +16”983
3 Jenson Button           McLaren-Mercedes           +27”638     
4 Fernando Alonso      Ferrari                                +35”048         
5 Felipe Massa            Ferrari                                +1’06”733
6 Adrian Sutil              Force India-Mercedes       + 1 giro
7 Nico Rosberg           Mercedes                            + 1 giro
8 Paul Di Resta            Force India-Mercedes       + 1 giro
9 Kamui Kobayashi     Sauber-Ferrari                   + 1 giro
10 Vitaly Petrov            Renault                             + 1 giro
11 Jaime Alguersauri    Toro Rosso-Ferrari            + 1 giro
12 Sebastien Buemi      Toro Rosso-Ferrari           + 1 giro
13 Sergio Perez             Sauber-Ferrari                   + 1 giro
14 Rubens Barrichello   Williams                           + 1 giro
15 Michael Schumacher Mercedes                         + 1 giro
16 Heikki Kovalainen     Lotus-Renault                  + 2 giri
17 Bruno Senna               Renault                         + 2 giri
18 Jarno Trulli               Lotus-Renault                   + 2giri         
19 Jerome D’Ambrosio    Virgin-Cosworth              + 3 giri
20 Daniel Ricciardo         Hispania Racing               + 3 giri

Ritirati:

Vitantonio Liuzzi  Hispania Racing        62° giro                    
Lewis Hamilton     McLaren-Mercedes  48° giro
Pastor Maldonado   Williams-Cosworth  27° giro
Timo Glock              Virgin-Cosworth     22° giro

Classifica piloti finale:

1)Vettel                392 punti          Germania                Red Bull
2)Button               270 punti          Gran Bretagna        McLaren
3)Webber              258 punti           Australia                 Red Bull
4)Alonso               257 punti           Spagna                   Ferrari
5)Hamilton          227 punti           Gran Bretagna       McLaren
6)Massa               118 punti           Brasile                  Ferrari
7)Rosberg               89 punti          Germania             Mercedes
8)Schumacher        76 punti          Germania             Mercedes
9)Sutil                    42 punti           Germania             Force India
10)Petrov                37 punti          Russia                  Reanult
11)Heidfeld             34 punti          Germania             Renault
12)Kobayashi         30 punti            Giappone          Sauber
13)Di Resta             27 punti           Gran Bretagna    Force India
14)Alguersuari        26 punti           Spagna                Toro Rosso
15)Buemi                15 punti              Svizzera            Toro Rosso
16)Perez                   14 punti              Messico            Sauber
17)Barrichello           4 punti               Brasile              Williams
18)Senna                   2 punti                Brasile              Renault
19)Maldonado           1 punto               Venezuela         Williams

Classifica costruttori finale:

1) Red Bull   650 punti
2) McLaren   497 punti
3) Ferrari       375 punti
4) Mercedes   165 punti
5) Renault       73 punti
6) Force India 69 punti
7) Sauber         44 punti
8) Toro Rosso  41 punti
9) Williams       5 punti

di Armin Sefiu


28 Novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook