MotoGp: Vince Stoner nel giorno dell’ultimo saluto a Simoncelli. Capirossi dice addio alle corse

Nel giorno dell’ennesimo successo di Casey (dietro a lui a podio Spies e Dovizioso) grande emozione nel post gara con l’ultimo saluto con minuto di casino a Marco Simoncelli. Si chiude, anche, la lunga carriera da pilota di Capirossi (in pista con il 58 invece del 65). Michele Pirro (250 cc) dedica con vittoria a Marco, pianto di Fausto Gresini.

Casey Stoner (Honda) chiude con un successo la stagione che lo ha laureato campione del mondo. L’australiano, partito in pole, centra cosi la quarantesima vittoria ( decima stagionale), beffando proprio sul traguardo lo statunitense Ben Spies che lo aveva sorpassato al penultimo giro. Terzo Dovizioso e nono Capirossi.

L’ultimo Gp della stagione è durato pochi metri per Valentino Rossi che è caduto, ‘falciato’ dalla Suzuki di Bautista, la quale alla prima curva ha perso aderenza con la ruota anteriore. Con loro sono caduti anche De Puniet e Hayden. I quattro, comunque, si sono subito rialzati.

La gara inizia subito con una caduta al via: Rossi,Hayden,Bautista e De Puniet sono fuori alla prima curva. Stoner scatta bene ed è primo, davanti a Pedrosa e Spies. Dovizioso parte molto forte e al secondo giro si porta al secondo posto superando Pedrosa e Spies. Continua il duello tra i due piloti Honda con sorpassi e controsorpassi mentre Stoner allunga sugli inseguitori. Si arriva verso la parte finale della gara con Spies che, approfittando del cambiamento del tempo e una moto (la Yamaha) molto ben equilibrata riesce a prendere Pedrosa e Dovizioso e balza al secondo posto. L’americano della Yamaha continua a spingere riuscendo a recuperare secondi preziosi su Stoner. Al 26° giro Spies approfittando di un errore dell’australiano in curva, lo supera all’interno. Nel finale clamoroso Stoner che vince in volata (la Honda una macchina perfetta e imprendibile in rettilineo) su uno straordinario Spies di pochissimi millesimi e ottiene la sua decima vittoria in campionato.

A fine gara tutti i piloti si uniscono in coro e salutano per l’ultima volta Marco poi entrano in clima gara raccontando la loro ultima gara di questo motomondiale 2011.
Molto soddisfatto del podio che ha permesso di chiudere al terzo posto il mondiale è Andrea Dovizioso: “La mia strategia è stata perfetta. Sono contento. Mi dispiace per l’ultima parte di gara, perchè erano le mie condizioni ideali, ma era troppo importante il terzo posto”.

E’ stato primo per quasi tutta la gara, ha perso la posizione negli ultimi giri ad opera di Spies ma, è riuscito a batterlo sul rettilineo in volata per pochi millesimi eppure, il campione del mondo Stoner, felice per una stagione straordinaria ,ricorda l’ultimo podio in compagnia di Marco Simoncelli in cui si è trovato molto bene vicino a una bella persona. Racconta poi la sua gara: “Forse è la prima volta che vinco in questo modo sul rettilineo. All’inizio andava benissimo, nel finale però Spies andava fortissimo. Lui era veloce ed io, vista anche l’acqua, non volevo rischiare. Cosi ho aspettato ed è poi arrivato il controsorpasso”.

Dopo il ricordo a Marco (“abbiamo fatto il minimo per lui”) Rossi chiude in anticipo il suo terribile anno in sella alla Ducati cadendo al primo giro e si presenta davanti ai microfoni con una t-shirt “58 Sic supporter”: “E’ finito il 2011 ed è una buona notizia. Peccato, perchè potevo fare una bella gara, ero partito bene. Sono, però,contento di lasciare Sic davanti a me in classifica,è un tributo dedicato a lui”.

Chiude la sua carriera in moto con un risultato non entusiasmante (9°) Loris Capirossi che ricorda i suoi anni difficili ,messi in secondo piano dalla scomparsa del suo amico Marco Simoncelli a cui ha dedicato la sua ultima corsa portando il numero 58 sulla moto. Quando ai microfoni gli chiedono se correrà ancora lui risponde: “ Questa è stata la mia ultima gara,ho chiuso con un risultato non positivo la mia corsa pur dando il massimo in pista. Mi spiace non aver fatto di meglio per ricordare Marco in un momento difficile per vari motivi a partire dalla sua scomparsa. D’ora in poi inizia una nuova vita. Sarò di supporto alla Dorna”.

Loris chiude a 38 anni le corse dopo tre titoli mondiali (due in 125 e uno in 250), 29 vittorie,99 podi, 328 gp disputati. Nato a Castel San Pietro Terme il 4 aprile 1973 si laurea campione del mondo a soli 17 anni con la Honda RS125R del Team Pileri ,conquistando il titolo mondiale e diventando il più giovane pilota di tutti i tempi. Si ripeterà poi nell’anno successivo a 18 anni sempre in 125. Conquisterà il suo terzo titolo nel 1998 in 250 . Con l’avvento della MotoGp e dei motori quattro tempi, Capirossi entrò in crisi perchè al sua squadra non potè beneficiare delle nuove Moto Gp a 4 tempi, rimanendo con i motori due tempi. Gli ultimi anni furono molto difficili. Nel 2005 ebbe un grave incidente in Australia che lo tenne fermo due gare. Nel 2006 nonostante il terzo posto al mondiale viene coinvolto in un pauroso incidente con Melandri e Gibernau non riportando gravi danni fisici. Nel 2008 sale al team Suzuki ma il primo anno è condizionato da un infortunio, Loris infatti si rompe la clavicola per due volte. Nel 2010 rimedia delle lesioni al mignolo della mano sinistra e uno stiramento dell’adduttore della gamba sinistra. L’ultimo anno è terribile: si frattura la nona e decima costola,rimedia una forte contusione alla spalla destra e riporta un trauma cranico e una lussazione alla spalla destra già lussata.
Queste sono le poche parole che ha rilasciato Ingrid, la moglie di Loris Capirossi: “Finalmente è finita. Io sono contenta che Loris non correrà più, sono anni che soffro pregando che non gli succeda nulla di grave in pista. Che cosa gli farai fare ora che è libero? Non lo so,troverò qualcosa per riempire il tempo, ora finalmente potrà riposare”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Classe MotoGp:
1. Casey Stoner (Aus/Honda) 48”18.645
2. Ben Spies (Usa/Yamaha)  + 0.015
3. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) + 5.936
4. Cal Crutchlow (Gbr/Yamaha) + 8.718
5. Dani Pedrosa (Spa/Honda) + 9.321
6. Katsuyuki Nakasuga (Jpn/Yamaha) + 23.818
7. Josh Hayes (Usa/Yamaha) + 33.118
8. Karel Abraham (Cze/Ducati) + 37.952
9. Loris Capirossi (Ita/Ducati) + 48.953
10. Toni Elias (Spa/Honda) + 52.501

Non classificato:
Randy De Puniet (Fra/Ducati)
Alvaro Bautista (Spa/Suzuki)
Valentino Rossi (Ita/Ducati)
Nicky Hayden (Usa/Ducati)

Classifica finale piloti del Mondiale:
1. Casey Stoner (Aus/Honda) 350 punti
2. Jorge Lorenzo (Spa/Yamaha) 260 punti
3. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 228 punti
4. Dani Pedrosa (Spa/Honda) 219 punti
5. Ben Spies (Usa/Yamaha) 176 punti
6. Marco Simoncelli (Ita/Honda) 139 punti
7. Valentino Rossi (Ita/Ducati) 139 punti
8. Nicky Hayden (Usa/Ducati) 132 punti
9. Colin Edwards (Usa/Yamaha) 109 punti
10. Hiroshi Aoyama (Jpn/Honda) 98 punti
11. Hector Barbera (Spa/Ducati) 82 punti
12. Cal Crutchlow (Gbr/Yamaha)  70 punti
13. Alvaro Bautista (Spa/Suzuki) 67 punti
14. Karel Abraham (Cze/Ducati) 64 punti
15. Toni Elias (Spa/Honda) 61 punti
16. Randy De Puniet (Fra/Ducati) 49 punti
17. Loris Capirossi (Ita/Ducati) 43 punti
18. Kutsuyuki Nakasuga (Jpn/Yamaha) 10 punti
19. Josh Hayes (Usa/Yamaha) 9 punti
20. Kousuke Akiyoshi (Jpn/Honda) 7 punti
21. John Hopkins (Usa/Suzuki) 6 punti
22. Shinichi Ito (Jpn/Honda) 3 punti

Classifica finale costruttori del Mondiale:

1. Honda 405 punti
2. Yamaha 325 punti
3. Ducati 180 punti
4. Suzuki 73 punti

Classifica finale team del Mondiale:

1. Repsol Honda Team 528 punti
2. Yamaha Factory Racing  446 punti
3. Ducati Team 271 punti
4. San Carlo Honda Gresini 232 punti
5. Monster Yamaha Tech3 188 punti
6. Pramac Racing Team 92 punti
7. Mapfre Aspar Team Moto  82 punti
8. Rizla Suzuki Motogp 73 punti
9. Cardion Ab Motoracing 64 punti
10. Lcr Honda Motogp 61 punti

Michele Pirro (team Gresini) si aggiudica l’ultima gara stagionale della Moto2. Il pugliese, scattato dalla pole position in sella alla sua Moriwaki, conquista cosi la prima vittoria della sua carriera. In lacrime Fausto Gresini, che ha deciso di gareggiare con il suo team nonostante il grande dolore per la scomparsa di Marco Simoncelli. Secondo Kallio e terzo Aegerter. Iannone undicesimo, più indietro De Angelis dodicesimo e Corsi quindicesimo.
Il tedesco Stefan Bradl, fresco iridato a causa del forfait del suo rivale Marquez, cade al quarto giro e preferisce ritirarsi. Fuori pure Pasini e Yakahashi.

Classe Moto2:
1. Michele Pirro (Ita/Moriwaki) 46”22.205
2. Mika Kallio (Fin/Suter) + 6.150
3. Dominique Aegerter (Swi/Suter) + 6.363
4. Anthony West (Aus/Honda) + 8.843
5. Kenny Noyes (Usa/Ftr) + 9.229
6. Yonny Hernandez (Col/Ftr) + 9.926
7. Mike Di Meglio (Fra/Tech3) + 10.115
8. Xavier Simeon (Bel/Tech3) + 10.385
9. Max Neukirchner (Ger/ Honda) + 13.018
10. Julian Simon (Spa/Suter) + 13.685
11. Andrea Iannone (Ita/Suter) + 14.686
12. Alex De Angelis (Rsm/Motobi) + 15.200
13. Jules Cluzel (Fra/Suter) + 18.428
14. Pol Espargaro (Spa/Ftr) + 19.177
15. Claudio Corti (Ita/Suter) + 20.356
16. Randy Krummenacher (Swi/Kalex) + 26.031
17. Thomas Luthi (Swi/Suter) + 27.160
18. Jordi Torres (Spa/Suter) + 33.813
19. Alex Baldolini (Ita/Moriwaki) + 46.003
20. Kenan Sofuoglu (Tur/Suter) + 49.635
21. Aleix Espargaro (Spa/Kalex) +1”12.187
22. Santiago Hernandez (Col/Ftr) +1”14.567  
23. Bradley Smith (Gbr/Tech3) +1”15.394  
24. Robertino Pietri (Ven/Suter) +1”16.767
25. Elena Rosell (Spa/Suter) +1”19.893
26. Joan Olive (Spa/Ftr) +1”22.339
27. Mashel Al Naimi (Qat/Moriwaki) +1 giro
28. Oscar Climent (Spa/Racing) +1 giro
29. Nasser Hasan Al Malki (Qat/Moriwaki) +1 giro
30. Scott Redding (Gbr/Suter) +1 giro

Non classificato:
Raffaele De Rosa (Ita/Suter)
Simone Corsi (Ita/Ftr)
Valentin Debise (Fra/Ftr)
Ratthapark Wilairot (Tha/Ftr)
Mattia Pasini (Ita/Ftr)
Esteve Rabat (Spa/Ftr)
Yuki Takahashi (Jpn/Moriwaki)
Stefan Bradl (Ger/Kalex)

Classifica finale piloti del Mondiale:
1. Stefan Bradl (Ger/Kalex) 274 punti
2. Marc Marquez (Spa/Suter) 251 punti
3. Andrea Iannone (Ita/Suter) 177 punti
4. Alex De Angelis (Rsm/Motobi) 174 punti
5. Thomas Luthi (Swi/Suter) 151 punti
6. Simone Corsi (Ita/Ftr)  127 punti
7. Bradley Smith (Gbr/Tech3)  121 punti
8. Dominque Aegerter (Swi/Suter) 94 punti
9. Michele Pirro (Ita/ Moriwaki) 84 punti
10. Esteve Rabat (Spa/Ftr) 79 punti
11. Yuki Takahashi (Jpn/Moriwaki)  77 punti
12. Aleix Espargaro (Spa/Kalex) 76 punti
13. Pol Espargaro (Spa/Ftr) 75 punti
14. Julian Simon (Spa/Suter)  68 punti
15. Scott Redding (Gbr/Suter) 63 punti
16. Mika Kallio (Fin/Suter)  61 punti
17. Kenan Sofuoglu (Tur/Suter) 59 punti
18. Randy Krummenacher (Swi/Kalex) 52 punti
19. Yonny Hernandez (Col/Ftr) 43 punti
20. Max Neukirchner (Ger/Honda) 42 punti
21. Jules Cluzel (Fra/Suter)  41 punti
22. Anthony West (Aus/Honda) 40 punti
23. Mike Di Meglio (Fra/Tech3)  30 punti  
24. Mattia Pasini (Ita/Ftr)  28 punti
25. Claudio Corti (Ita/Suter)  23 punti
26. Xavier Simeon (Bel/Tech3)  23 punti
27. Alex Baldolini (Ita/Suter)  18 punti
28. Kenny Noyes (Usa/Ftr)  11 punti
29. Kev Coghlan (Gbr/Ftr)  11 punti
30. Ratthapark Wilairot (Tha/Ftr)  4 punti
31. Ricard Cardus (Spa/Moriwaki) 2 punti
32. Alex Pons (Spa/Kalex) 1 punto

Classifica finale team del Mondiale:

1. Suter 384 punti
2. Kalex 281 punti
3. Ftr 199 punti
4. Motobi 174 punti
5. Tech3 149 punti
6. Moriwaki 138 punti
7. Pons Kalex 77 punti
8. Mz-Re Honda 61 punti

Lo spagnolo Maverick Vinales (Aprilia) vince a Valencia l’ultima corsa stagionale della classe 125. Per il diciassettenne iberico si tratta della quarta vittoria in carriera. Alle sue spalle il connazionale Nicolas Terol che conquista cosi il titolo mondiale, l’ultimo di questa classe che nella prossima stagione si chiamerà Moto3. Terzo posto di Hector Faubel, per un podio dunque tutto spagnolo e targato Aprilia. Il francese Zarco, caduto al terzo giro, si ritira. Deludenti gli italiani: il migliore è Morciano (9°), più indietro Tatasciore (11°) e Tonucci (13°).

Classe 125 cc.
1. Maverick Vinales (Spa/Aprilia) 41”44.138
2. Nicolas Terol (Spa/Aprilia) + 3.216
3. Hector Faubel (Spa/Aprilia) + 7.460
4. Efren Vazquez (Spa/Derbi) + 14.560
5. Jonas Folger (Ger/Aprilia) + 18.451
6. Alberto Moncayo (Spa/Aprilia) + 36.472
7. Luis Salom (Spa/Aprilia) + 52.614
8. Niklas Ajo (Fin/Aprilia) + 1”00.138
9. Luigi Morciano (Ita/ Aprilia) + 1”00.253
10. Louis Rossi (Fra/Aprilia) + 1”03.258
11. Manuel Tatasciore (Ita/Aprilia) + 1”09.892
12. Marcel Schrotter (Ger/Mahindra) + 1”12.741
13. Alessandro Tonucci (Ita/Aprilia) + 1”18.337
14. John Mcphee (Gbr/Aprilia) + 1”18.434
15. Giulian Pedone (Swi/Aprilia) + 1”20.580
16. Sturla Fagerhaug (Nor/Aprilia) + 1”21.155
17. Danny Kent (Gbr/Aprilia) + 1”27.770
18. Peter Sebestyen (Hun/Aprilia) + 1”33.406
19. Daniel Ruiz (Spa/Honda) + 1”34.593
20. Jasper Iwema (Ned/Aprilia) + 1”34.832
21. Marco Colandrea (Swi/Aprilia) +1 giro
22. Alexis Masbou (Fra/Ktm) +1 giro
23. Kevin Hanus (Ger/Honda) +1 giro
24. Jakub Kornfeil (Cze/Aprilia) +1 giro
25. Zulfahmi Khairuddin (Mal/Derbi) +3 giri
      Adrian Martin (Spa/Aprilia) +2”16.952

Non classificato:
Taylor Mackenzie (Gbr/Aprilia)
Brad Binder (Rsa/Aprilia)
Josep Rodriguez (Spa/Aprilia)
Sandro Cortese (Ger/Aprilia)
Danny Webb (Gbr/Mahindra)
Harry Stafford (Gbr/Aprilia)
Jack Miller (Aus/Ktm)
Johann Zarco (Fra/Derbi)

Classifica finale piloti del Mondiale:
1. Nicolas Terol (Spa/Aprilia) 302 punti
2. Johann Zarco (Fra/Derbi) 262 punti
3. Maverick Vinales (Spa/Aprilia) 248 punti
4. Sandro Cortese (GER/Aprilia) 225 punti
5. Hector Faubel (Spa/Aprilia) 177 punti
6. Jonas Folger (Ger/Aprilia) 161 punti
7. Efren Vazquez (Spa/Derbi) 160 punti
8. Luis Salom (Spa/Aprilia) 116 punti
9. Sergio Gadea (Spa/Aprilia) 103 punti
10. Alberto Moncayo (Spa/Aprilia) 94 punti
11. Danny Kent (Gbr/Aprilia) 82 punti
12. Jakub Kornfeil (Cze/Aprilia) 72 punti
13. Adrian Martin (Spa/Aprilia) 45 punti
14.Miguel Oliveira (Por/Aprilia) 44 punti
15. Marcel Schrotter (Ger/Mahindra) 36 punti
16. Simone Grotzkyj (Ita/Aprilia) 32 punti
17. Louis Rossi (Fra/Aprilia) 31 punti
18.Zulfahmi Khairuddin (Mal/Derbi) 30 punti
19. Danny Webb (Gbr/Mahindra) 24 punti
20. Luigi Morciano (Ita/Aprilia) 23 punti
21.Niklas Ajo (Fin/Aprilia) 19 punti
22. Alexis Masbou (Fra/Ktm) 18 punti
23. Jasper Iwema (Ned/Aprilia) 16 punti
24. Taylor Mackenzie (Gbr/Aprilia) 15 punti
25.Alessandro Tonucci (Ita/Aprilia) 12 punti
26. Hiroki Ono (Jpn/Ktm) 8 punti
27. Manuel Tatasciore (Ita/Aprilia) 5 punti
28. Harry Stafford (Gbr/Aprilia) 5 punti
29. Toni Finsterbusch (Ger/Ktm) 4 punti
30. Miroslav Popov (Cze/Aprilia) 3 punti
31. John Mcphee (Gbr/Aprilia) 3 punti
32. Josep Rodriguez (Spa/Aprilia) 3 punti
33. Giulian Pedone (Swi/Aprilia) 1 punto
34. Sturla Fagerhaug (Nor/Aprilia) 1 punto

Classifica finale team del Mondiale:

1. Aprilia 420 punti
2. Derbi 284 punti
3. Mahindra 49 punti
4. Ktm 29 punti

di Armin Sefiu

6 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook