Per il “settebello” azzurro ora è finale mondiale! Domani c’è la Serbia

di Luigi Rubino

Non ci rimane che battere la Serbia. Poi sarà oro mondiale; quell’oro atteso da otto anni e che domani potrebbe diventare realtà in una finale che si annuncia avvincente dato i valori dell’ avversaria, campione del mondo in carica. L’ affermazione del “settebello” contro la Croazia per 9 a 8 in semifinale non può considerarsi una vera sorpresa, visto il valore del team azzurro che ha sbaragliato, durante il suo cammino, avversari di livello internazionale. L’ inizio della gara vede subito gli azzurri protagonisti, ma il confronto è incerto, tirato dopo la fine del primo tempo, che si conclude con la squadra italiana in vantaggio per 1 a 0, grazie ad una rete di Figari.

La difesa è ermetica e chiude ogni spazio ai croati. L’Italia si distende bene in attacco e nel secondo tempo realizza altre due gol con  Gallo e Presciutti. La Croazia reagisce e riesce ad accorciare le distanze con Buric. Poi le squadre usufruiscono di un rigore per parte, realizzati da Jokovic per i croati e Giorgetti per gli azzurri il quale, dopo poco  più di un minuto, mette a segno un ‘altro punto. Mancano otto minuti alla fine della gara. La Croazia non molla. Il team italiano soffre e resiste bene alla grande pressione dei  croati che, a pochi secondi dalla fine, si portono ad un sola rete dagli azzurri. Decisivo comunque risulta il gol di Gallo siglato al 3’ minuto del quarto tempo che consente alla squadra italiana di aggiudicarsi sul filo di lana il match ed andare in finale. Preciso il commento a fine gara del CT Sandro Campagna: ” Abbiamo meritato la finale, grazie al cuore e alla disciplina tattica ” – esordisce il tecnico azzurro. “Stiamo giocando bene, ricevendo tanti attestati di stima. Se lo scorso settembre eravamo già contenti di essere arrivati in finale a Zagabria contro la Croazia, ora in caso di sconfitta ci arrabbieremo molto, perchè possiamo vincere contro tutti – precisa il tecnico italiano. Anche  Alex Giorgetti, autore di tre gol dice la sua: ” Abbiamo dominato la Croazia su tutti i livelli – spiega il giocatore italiano – Abbiamo grosse chance di successo di battere la Serbia, se seguiremo i consigli del nostro allenatore. La pallanuoto è uno sport meraviglioso. Con un grande risultato contro la Serbia precisa  Alex – potremo dimostrare ai bambini che ci guardano che anche piccoli atleti come noi possono battere i giganti. Pertanto, vogliamo continuare ad alimentare l’entusiasmo che c’è  e riempire le piscine.”

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook