Roger Daltrey degli Who si esprime contrario alla sostituzione di Brian Johnson

Roger Daltrey degli Who si esprime contrario alla sostituzione di Brian Johnson

Nuovi aggiornamenti sulle prossime date degli AC/DC. La benedizione del padrino dello shock rock, Alice Cooper, non è bastata per placare il malcontento dei fan, il più dei quali si sono espressi scontenti di questa new entry della band.

Sono arrivate in massa le proteste da parte del pubblico riguardo l’entrata di Axl Rose al posto di Brian Johnson, tanto da obbligare gli organizzatori a concedere, a chi non fosse soddisfatto, un rimborso sui biglietti che prevedono una data con il frontman dei Guns n’ Roses. A dare la notizia è stato TeamRock, secondo cui a tutti i fan che non si ritengano soddisfatti della sostituzione effettuata dalla band, sarà concesso un rimborso per la data all’Olympic Stadium di Londra il prossimo 4 giugno da parte di SeeTicket e sarà un’iniziativa disponibile fino al prossimo 6 di maggio. Ad esprimere un giudizio negativo non sono stati solamente i fan, infatti se da una parte Alice Cooper si era esposto a favore del sostituto, anche il cantante degli Who, Roger Daltrey, ha detto la sua a riguardo. “Andare a vedere Axl Rose che fa karaoke? Ma per favore.” Un giudizio negativo e molto duro nei confronti del cantante britannico che, amico di Johnson da molti anni, ha voluto dire la sua. Ha parlato durante un intervista al Postmedia Network, Daltrey, esprimendosi a favore del cantante austrialiano e dimostrandogli tutta la sua solidarietà. Subito dopo l’annuncio dell’allontanamento di Johnson i due si sono messi in contatto parlando dell’accaduto : “Ho parlato con Brian: ha ancora un mucchio di cose che vuole fare in questa vita. Credo che agli AC/DC mancherà Brian più di quanto a Brian non mancheranno gli AC/DC. Si abitueranno: del resto cosa aspettarsi da degli australiani? Poi è un tipo così amabile, Brian: lo conosco da quarant’anni o forse più.”

Gli AC/DC con il loro frontman hanno perso un tassello fondamentale, vista la tonalità vocale di Johnson, il che giustifica fortemente la decisione di qualsiasi fan che preferisca il rimborso del biglietto allo show.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook