Sex Pistols, l’edificio 6 di Denmark Street verrà proclamato monumento storico

Sex Pistols, l’edificio 6 di Denmark Street verrà proclamato monumento storico

Nell’anno corrente si celebra il quarantesimo anno di età dalla nascità del genere punk rock. Per l’occasione, un edificio dove una delle band icona del genere ha soggiornato per un periodo verrà etichettato come monumento storico.

Siamo a Londra e stiamo parlando della band di Johnny Rotten e Sid Vicious. L’edificio, situato al numero 6 di Denmark Street, si trova nella zona che ai tempi dei Sex Pistols era vista come la Tin Pan Alley londinese, dove vi erano concentrati tutti i musicisti ed artisti di quel periodo. L’edificio risalente alla prima metà del diciottesimo secolo ospitò per un periodo i Pistols, che vissero e suonarono al suo interno. La decisione è stata presa dall’ente “Historic England”, atto ad indentificare e valorizzare oggetti e costruzioni di importante rilevanza per la storia britannica. L’edificio segna ancora oggi il passaggio e soggiorno di Lydon e soci, sulle pareti sono ancora presenti disegni e caricature fatte da leader della band, alcuni riguardanti il manager della band, Malcolm McLaren, ed altre la coppia di amanti Sid Vicious e Nancy Spungeon.” Lo scopo di questi riconoscimenti è segnalare le cose che hanno importanza storica e culturale e penso che il punk sia una parte molto importante della nostra cultura: includere la casa è un modo per riconoscerlo. L’alternativa sarebbe dire: “Dimentichiamo il punk perché loro non vogliono essere ricordati come parte integrante della nostra storia”. Con queste parole la responsabile dell’ente inglese, Posy Metz, ha spiegato il perché di questa decisione che classifica l’edificio al livello 2 di importanza storica, livello a cui appartiene solamente un numero molto ristretto di edifici.

Un palazzo di grandissima importanza per la storia del punk mondiale, consegnato alla storia per il quarantennale della nascita del genere, ma anche per la sua importanza architettonica di gran rilievo e molto ben conservata negli anni.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook