I californiani Slayer protagonisti di un documentario dello Smithsonian

I californiani Slayer protagonisti di un documentario dello Smithsonian

Grande riconoscimento conferito agli “Slayer”. Lo Smithsonian ha prodotto un documentario riguardo la storia della band simbolo del thrash metal californiano.

Saranno intitolati “Places of (Musical) Invention” la serie di video prodotti dal prestigioso istituto governativo dedicato alla ricerca ed il sapere. Il video di sei minuti che riguarda la band californiana porta il titolo di “Slayer: the origins of thrash in San Francisco” e racchiude in questo breve lasso di tempo la storia del gruppo fin dagli albori. Come ogni fan della band avrà notato c’è un errore non da poco nel titolo, poichè, gli Slayer si sono formati a Los Angeles nel 1981, più precisamente all’Huntington Park nella Los Angeles County, ed essendo particolarmente legati alla scena della metropoli californiana resta da vedere come l’istututo risolverà questa distrazione, che potrebbe creare fraintendimenti e malcontenti. Tralasciato questo punto; il video tratta, in soli sei minuti, la storia del gruppo fin dai primi periodi, quando Tom Araya conobbe Kerry King, fino ai giorni nostri, con la formazione pesantemente rivista per via della morte di Jeff Hanneman e l’abbandono di Dave Lombardo. Durante questi minuti si potranno vedere informazioni extra riguardanti il genere thrash metal e la sua sottocultura. “Sbattere la testa era una cosa tipica del metal. Ci sono i movimenti su e giù, poi quelli in cui accompagni col corpo e, infine, la girandola. Questa roba si è poi trasformata nel mosh… e comunque tutti questi elementi erano tipici del punk. Il thrash ha unito insieme i metallari e i punk.” Queste le parole di Tom Araya per descrivere il fenomeno dell’headbanging nel video.

Un video che spiega tanto riguardo questa cultura nonostante sia molto breve e consegna questo gruppo alla storia degli USA, riconoscendone i meriti nell’ambito musicale e la loro influenza verso band più moderne che hanno visto gli Slayer come una fonte di ispirazione. La band, inoltre, è al lavoro sul loro nuovo album dal titolo “Repentless” disponibile dal prossimo 11 settembre.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook