RATM, Cypress Hill e Public Enemy forse insieme

RATM, Cypress Hill e Public Enemy forse insieme

Un tweet improvviso, un link, un countdown misterioso sul profilo Twitter della band californiana Rage Against The Machine.

Improvvisamente si scatena una ideale caccia al tesoro per scoprire il significato di questi elementi apparsi nella rete. Tutto inizialmente sembrava portare sulla pista dell’attesissimo ritorno dei Rage Against The Machine in studio, o sul palco, dopo l’ultimo scioglimento della band datato 2011.
Degli indizi però non fanno una prova. Uffici stampa ed etichetta discografica non si sono minimamente pronunciati sul significato del conto alla rovescia apparso sul sito Prophets of Rage e neanche in merito ai poster affissi sui muri delle strade di Los Angeles che riportano l’hashtag  #TakeThePowerBack.
take-the-power-back
(immagine e hashtag apparsi sul profilo Twitter dei RATM, il link è diretto al sito, Prophets of Rage  )

 

Si brancolava letteralmente nel buio fino a poche ore fa quando la rivista statunitense Billboard, uno dei migliori ”detective in circolazione”, si è pronunciata sulla materia dando una lettura decisamente differente e più affascinante di quella che vedeva i RATM protagonisti di una reunion o di un nuovo album.

Questo famigerato conto alla rovescia non starebbe ad indicare altro che il nome di un nuovo gruppo. I  Prophets of Rage, formato da tre quarti dei Rage Against The Machine (Tom Morello, Tim Commerford, Brad Wilk), assime a B-Real dei Cypress Hill e Chuck D dei Public Enemy.
Un progetto dalle dimensioni colossali considerando i nomi tirati in ballo. Formazione che probabilmente il primo di giugno ( data ultima del countdown) farà uscire un disco o forse annuncerà un tour di concerti.
Unico assente sembra proprio essere il frontman della band formatasi a Los Angeles nel 1991, impegnato attualmente in progetti da solista.
I Rage non sono nuovi a questo tipo di iniziative che vede elementi della band separarsi almeno momentaneamente. Già in passato Zack De La Rocha ha preferito allontanarsi per qualche tempo dal gruppo per dedicarsi ad alcuni lavori individuali. Nel 2001 infatti, assieme al cantante Chris Cornell, frontman dei Soundgarden, i rimanenti tre Rage Against The Machine avevano dato vita agli Audioslave. Il gruppo si sciolse poi nel 2007, dopo l’abbandono di Chris a causa di alcune divergenze che avevano dato vita a contrasti con il resto della band.
Bisognarà comunque aspettare il fatidico primo Giugno per capire qualcosa di più su quali saranno le identità tirate in ballo ed i progetti di questa superband crossover composta da alcuni dei migliori esponenti, nei rispettivi generi, della musica degli anni 90/2000.
Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook