Serena Mente al suo esordio discografico con Leggera

Serena Mente al suo esordio discografico con Leggera

Serena Mente: l’avevamo conosciuta qualche mese fa in una intervista, nella quale ci aveva parlato un po’ di lei e dell’allora imminente uscita del suo primo singolo Ma anche no.

Bene..Ma anche no è uscito, è stato un successo ed ora è la volta dell’Ep di esordio, che si intitola Leggera, uscito lo scorso lunedì 23 Settembre su tutte le piattaforme digitali. Un Ep totalmente autoprodotto che è stato presentato per la prima volta proprio il 23 settembre, in un locale romano nel quartiere di San Lorenzo tra i più in voga tra i cantanti emergenti, Le Mura.

Questo album racchiude quella parte di me che non ero ancora pronta a mostrare, quella parte di me che cerca di affrontare tutto con ironia e leggerezza, o almeno questo è l’invito che cerco sempre di fare a me stessa e che voglio fare anche agli altri”.

Queste le parole con cui la stessa cantante descrive il suo Ep. Leggera non è un titolo casuale, non è un titolo scelto a caso. Leggerezza è stata la sensazione che più si poteva apprezzare durante il live dello scorso lunedì a Le Mura. La musica, la spontaneità, un talento fatto di esperienza, studio, tecnica, ma anche di tanta naturalezza e, per l’appunto, di leggerezza.

Serena Mente è tutto questo. Si percepisce immediatamente che artisti come lei, quando pubblicano il loro primo Ep stanno presentando qualcosa di assolutamente personale, in cui credono fortemente e lo fanno con uno sguardo che è quello meravigliato dei bambini che stanno giocando al loro gioco preferito.

Un concentrato di buona musica, una voce strepitosa e anche un modo di fare musica intrattenendo il pubblico. Sul palco si sono intervallati ospiti, amici di Serena, tutti ragazzi e ragazze con voci straordinarie. Oltre agli inediti, tante le cover italiane ed internazionali che hanno coinvolto il pubblico, da Costruire di Fabi ai Queen di Don’t stop me now (ci ricordiamo dall’intervista la passione di Serena per Freddy Mercury!) a Shallow di Lady Gaga.

 

Sono state presentate le sei tracce di Leggera, tre in italiano, Ma anche no, Vivo adesso e Quella cosa che ti capita, e tre in inglese, Upside Down, Waiting e Who says. Questi brani inediti spiccano per la loro originalità, non sono mai banali né nella musica né nelle parole; nella descrizione dei sentimenti e delle emozioni non sentirete luoghi comuni o espressioni trite e ritrite. Si tratta di testi profondi, ma anche ironici, divertenti, scanzonati e con un pizzico di quel mood che sta tutto racchiuso in quell’espressione così evocativa che è “ma anche no”!

Ma tutto questo è Serena Mente. Occhi grandi, una ragazza che oltre a cantare coinvolge con la sua simpatia e il suo fare a tratti ingenuo, a tratti “confuso e felice”. E quel modo di fare ironico nasconde dietro tantissime emozioni e tantissimo cuore, quello che di fronte a brani un po’ più intensi si scioglie in attimi di commozione. La genuinità è qualcosa che quando c’è dirompe e non puoi non amarla.

Tutto questo però è possibile anche grazie alla band che accompagna Serena, le sue spalle coperte: Elvys Damiano, chitarrista ternano e arrangiatore dei brani di Leggera, Marco Vitantoni al basso e Francesco Trippanera alla batteria. Si tratta di qualcosa di più di un semplice suonare insieme. Nelle pause, così come nelle improvvisazioni, negli sguardi di complicità sul palco si intravede in piccoli gesti una sintonia speciale e un affetto sincero.

Concludiamo lasciandovi con il suggerimento di quello che abbiamo eletto il nostro brano preferito dell’Ep: Vivo adesso.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook