2night – Tutto in una notte – Roma 2016

2night – Tutto in una notte – Roma 2016

In una notte d’estate due ragazzi si scrutano con curiosità e malizia in un locale di Roma, affollato da giovani che ballano e bevono dimenticando le preoccupazioni quotidiane. Lei si avvicina a Lui, gli parla, lo provoca e gli chiede di accompagnarla a casa. Salgono in macchina ed è così che inizia l’avventura di 2night, il nuovo film del giovane regista Ivan Silvestrini.

Remake dell’omonimo film israeliano ambientato a Tel Aviv, 2night è la storia di un incontro tra due ragazzi quasi trentenni interpretati da Matilde Gioli e Matteo Martari. Non conosciamo i loro nomi, sappiamo qualcosa riguardo alle loro origini, ma non veniamo a conoscenza di altri precisi dettagli riguardo la loro vita. La sensazione è quella di avere davanti due giovani qualunque che non hanno certezze o stabilità affettive. Si avvicinano perché sono attratti l’uno dall’altra pur essendo così diversi. Lei rappresenta la donna sicura, disinibita, provocatrice, emancipata e libera dagli schemi, Lui invece appare silenzioso, misterioso, custode di qualche segreto.

La loro intenzione è quella di raggiungere casa di Lei al Pigneto, ma si ritrovano a dover girare per ore a causa della mancanza di parcheggio. Così un banale contrattempo li costringe a rinviare una notte di sesso e li pone davanti ad una strada inaspettata. La loro intesa e la loro intimità cresce durante il viaggio, raccontandosi l’un l’altro le esperienze passate e i sogni futuri.

La bellissima cornice di Roma ripresa di notte, con le sue vie, i ponti, i monumenti, le luci soffuse dei lampioni e dei fari delle macchine, crea un ambiente perfetto per un nuovo incontro. Il tempo si dilata e sembra quasi che i due ripercorrano le tappe di una vita intera, in una sola notte. La macchina è l’unico palcoscenico sul quale si incontrano e scontrano i due giovani. Il regista ha avuto la capacità di sfruttare uno spazio così limitato in tutti i modi possibili, con inquadrature dall’alto, dall’esterno e dall’interno. Lo spettatore viene quasi proiettato lì, in mezzo a loro, poiché ha la possibilità di guardarli da vicino, facendo attenzione ai loro occhi, alla bocca, alle mani, ai piccoli gesti.

I due bellissimi attori sono stati molto generosi in questo film, come ha dichiarato lo stesso regista, in quanto in grado di assecondare le sue richieste creando una credibile intesa. A volte si ha la sensazione che i personaggi appaiano troppo costruiti, con battute preconfezionate e poco verosimili. Il risultato è quello di un film semplice e coinvolgente, che mostra gli imbarazzi e le emozioni di un primo incontro, che avrebbe potuto scendere di più in profondità se solo i dialoghi fossero stati meno banali e volgari.

Il film è l’unico italiano ad essere in concorso per la sezione Alice nella città della undicesima Festa del Cinema di Roma. Realizzato in co-produzione con Jando Music, Mountflour Films e Rai Cinema, è un esperimento di film low budget girato in 12 giorni.

La storia ricorda quella del primo film della bellissima trilogia di Prima dell’alba del 1995, nel quale due giovani si incontravano in treno e camminavano per tutta la notte tra le strade di Vienna. Lì si lasciava spazio alla parola, all’innocenza, alla purezza, 2night invece porta sul grande schermo la modernità, l’immediatezza e l’arroganza dei nostri giorni.

Voto: 6

2night

Uscita in sala: 14 Febbraio 2017

Regia: Ivan Silvestrini

Sceneggiatura: Antonio Manca, Antonella Lattanzi, Marco Danieli

Fotografia: Davide Manca

Produzione: Controra Film

Distribuzione: Bolero Film

Paese: Italia

Anno: 2016

Durata: 74 minuti

Cast: Matilde Gioli, Matteo Martari, Giulio Beranek

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook