“Ciao Brother”, quando l’amicizia diverte

“Ciao Brother”, quando l’amicizia diverte

Per far ridere senza scadere in facili volgarità bisogna essere una coppia di comici davvero affiatata: in Ciao Brother Pablo e Pedro hanno dimostrato di saper fare bene il loro mestiere anche al cinema e dal 9 giugno saranno nelle sale con il loro primo film diretto da Nicola Barnaba e scritto da Giulio Base.

ciao brotherFabrizio Nardi e Nico di Renzo, in arte Pablo e Pedro, divertono il loro pubblico ormai da anni sia in teatro che in televisione, ma il cinema è un’altra avventura. Un film è un fatto assai più complesso: non basta saper recitare o saper far ridere. Ciao Brother però nella sua semplicità è un film che riesce a valorizzare bene tutti i diversi elementi che lo compongono.

Si tratta infatti di una storia elementare e pulita che ha incontrato e lasciato il giusto spazio di creatività agli interpreti più adatti. Pablo e Pedro infatti, senza strafare, sono riusciti a portare il loro spirito comico teatrale anche sul set e hanno dato valore all’intero film.

ciao brotherPablo è Angelo, un quarantenne che vive di espedienti e che, per sfuggire dalle persone che ha truffato, arriva a Los Angeles. In America, solo e senza soldi, è costretto a dormire per strada. Eppure Angelo è sicuramente un uomo disonesto ma con una positiva filosofia esistenziale: lui riesce a mantenere l’ottimismo anche di fronte alle situazioni più disperate e sa cogliere e godere delle piccole gioie che gli regala la vita quando capitano. Così, se da un lato questo suo modo un po’ incantato di vedere la vita lo ha rovinato, inducendolo ad aspirare a facili fortune, dall’altro sarà anche la sua salvezza perché è esattamente ciò che serve a George.

Pedro è George, il figlio di un ricco imprenditore italoamericano appena deceduto. George ha appena ereditato il patrimonio paterno che sua moglie da tempo ambiva. Per caso Angelo scopre di somigliare in modo impressionante al padre di George così, nuovamente attratto da un facile guadagno, si presenta a casa di quest’ultimo sostenendo di essere il suo fratellastro.

ciao brotherA questo punto la storia si sviluppa tutta tra situazioni un po’ folli, buoni sentimenti e gag spassose. In realtà il film si fonda su eventi e circostanze terribilmente improbabili, ma la scanzonata comicità di Pablo e Pedro e il loro genuino affiatamento riescono a stemperare questo difetto. Lungo tutto il corso della storia infatti i due protagonisti finiscono col mostrare un affetto a tal punto sincero che l’intero contesto finisce col sembrare assai più credibile.

Diversa è la soddisfazione che si sono prese Benedicta Boccoli e Mietta. Le due donne, cresciute ma ancora affascinanti, nel film interpretano due personaggi di non particolare pregio, ma raccontano in conferenza stampa di averlo fatto con professionalità, godendo della comicità innata dei loro due colleghi e liete di aver avuto l’occasione di potersi nuovamente cimentare con il mondo del cinema.

Titolo Originale: Ciao Brother

Paese: Italia

Anno: 2016

Regia: Nicola Barnaba

Sceneggiatura: Giulio Base

Produzione: Minerva Films

Distribuzione: Microcinema Distribuzione

Durata: 98’

Interpreti: Fabrizio Nardi (Pablo); Nico di Renzo (Pedro); Benedicta Boccoli; Daniela Miglietta (Mietta)

… vedi l’articolo sulla conferenza stampa di Ciao Brother di Giulia Carla De Carlo

Voto: 7 su 10

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook