Buon Anno Ragazzi, una risata amara per dare senso all’insensato

Buon Anno Ragazzi, una risata amara per dare senso all’insensato

Buon Anno Ragazzi, di e con Francesco Brandi, è in scena al Teatro Franco Parenti di Milano sino al 19 ottobre 2017. La regia è di Raphael Tobia Vogel.

Brandi, sempre scavato nel suo ruolo, usa per questa commedia il registro umoristico: il riso come sovvertimento di senso in un mondo che lo ha perduto.

Le sue battute e quelle dei suoi personaggi arrivano sorprendenti e fulminanti, mai prevedibili. Svelano ipocrisia, rivelano l’inatteso, ci mettono di fronte all’inconsistenza della vita, ai suoi errori, alla sua precarietà. E ci fanno davvero ridere.

La scena è semplice: su una moquette bianco sporco, lanosa e pelosa, che si estende anche sulla parete di fondo, un semplice divano sulla destra, un televisore, un tavolo e qualche sedia sulla sinistra. Sullo sfondo, una grande tenda con una luce rossa e sinistra che campeggia al centro.

L’ambiente però, nonostante la morbidezza della moquette, non ha niente di caloroso. Ed infatti, pochi attimi dopo, entra in scena Giacomo, avvolto in una coperta di lana. Impreca contro la musica del palazzo di fronte, che si appresta a festeggiare il capodanno.

Lui è solo, stanco anche per l’anno che sta arrivando, con tanto freddo addosso e qualche pensiero in testa che non riesce però a tradurre in parole per il suo nuovo romanzo. É infatti uno scrittore precario oltre che insegnante precario e padre precario di una bimba di tre anni.

Precaria è la sua esistenza nell’appartamentino due piani sotto quello dei genitori, da loro comprato e arredato.

E si sente schiacciato da un padre, un rigoroso giudice in pensione, troppo perfetto e distante per poter amare e essere amato; e da una madre ossessiva nel suo amore tossico.

Ha un amico, il vicino di casa, che trova nel consumo moderato di droga, la via di uscita dalla mediocrità; e una donna, la mamma della sua bambina, che è sparita da più di due mesi per una sedicente tournée teatrale.

I quattro personaggi di Buon Anno Ragazzi, si ritrovano insieme quella stessa sera in un girotondo di umorismo che svela il mondo sotterraneo delle loro debolezze. E nell’ammissione, sempre umoristica, della loro finitezza, ritrovano il senso profondo del loro stare insieme.

Buon Anno Ragazzi

di Francesco Brandi
con (in ordine alfabetico)
Sebastiano Bottari , Francesco Brandi, Miro Landoni, Daniela Piperno, Sara Putignano
regia Raphael Tobia Vogel
scene Francesca Pedrotti e Alice De Bortoli
luci Luigi Biondi
musiche Andrea Farri
produzione Teatro Franco Parenti

Durata 90 min.

Orari: mar, ven 20.15, mer 19.15, gio, sab 20.45,dom 16.15
Prezzo: Intero: platea 30€; galleria 23,50€, convenzioni > 21€
over 60/ under 26 > 18€ + diritti di prevendita

Info: [email protected] tel. 02 59995206
Fb : http://www.facebook.com/teatrofrancoparenti Tw: http://www.twitter.com/teatrofparenti

Sito : http://www.teatrofrancoparenti.it App: Teatro Franco Parenti

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook