Domenica 16 giugno: è festa per le cicogne bianche

Domenica 16 giugno: è festa per le cicogne bianche

cicogneUna giornata di festa per lo splendido volatile bianco.
Vuole festeggiare cosi la Lipu, con il primo “Cicogna day” l’aumento degli esemplari della cicogna bianca nel territorio nazionale.
Dieci anni fa le coppie nidificanti erano 100, quest’anno sono praticamente raddoppiate, infatti, se ne contano ben 200 esemplari.
Il bianco animale dalle lunghe e grandiose ali è uno dei più amati dalla popolazione per svariati motivi fra i quali, uno per tutti, il riferimento all’arrivo della prole.
Per questo la Lipu ha organizzato il “Cicogna day”, un evento per consolidarne il ritorno.
La Lipu, ormai da decenni protegge questa specie con diverse azioni mirate a proteggere le zone, incluse quelle aeree, in cui si riproduce.
Numerosi, saranno gli eventi che si terranno in tutto lo stivale al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica per conoscere meglio e al tempo stesso proteggere questo animale.
In Lombardia, ad esempio, a Cerro al Lambro, si potrà osservare la coppia e il pulcino posti nel nido costruito sul campanile della chiesa del paese, mentre a Milano, un banchetto informativo mostrerà la mappa dei nidi (in crescita) di cicogne presenti in Lombardia oltre un bilancio sulle nuove nascite nella primavera 2013.
Nella regione Piemonte, a Biella, durante la proiezione di immagini sulle cicogne, i volontari LIPU proporranno il “Tour delle cicogne” in natura.
In Veneto, a Treviso, l’appuntamento sarà al Centro cicogne Sant’Elena di Silea per conoscere le attività della LIPU a favore di questi animali.
L’impegno dei volontari della Lipu è in continua crescita così come lo sono gli esemplari di cicogna.
“Stiamo, infatti, promuovendo un progetto -dichiara Fulvio Mamone Capria, presidente LIPU -per monitorare la presenza della cicogna bianca e favorire un miglioramento della sua diffusione allo stato selvatico. Abbiamo per questo attivato un gruppo di lavoro specifico, il “Gruppo Cicogna”, che si avvale di coordinatori in ogni regione che monitorano il numero di nidi attivi, il successo riproduttivo e le minacce che incombono su questa specie”.
“In generale, nel vecchio continente tra il 1970 e il 1990 – aggiunge Marco Gustin, responsabile Specie e ricerca LIPU – si era registrato un crollo della popolazione di oltre il 40% e dopo un estinzione di secoli la cicogna bianca è tornata a nidificare nel nostro paese solo dalla seconda metà degli anni Ottanta.”
E nonostante, gli habitat agricoli siano ancora seriamente minacciati da una politica che non tutela territori e specie, la cicogna bianca continua a proliferare sia al nord ma soprattutto in Italia meridionale, forse per l’incremento della popolazione del nord Africa.
Per info sul programma completo dell’evento www.lipu.it

Manuelita Lupo
14 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook