Pescara: precipita da un’altezza di quattro metri, muore sul lavoro giovane 19enne

Ancora una volta un giovanissimo perde la vita per un incidente sul lavoro.

Continua la triste serie di incidenti sul lavoro in Abruzzo – questa volta la vittima è un giovane di 19 anni, originario di Farindola ( Pescara ). Michele Dell’Orso era dipendente di una ditta di Collecorvino e stava effettuando lavori di pulizia presso il Cimitero dei Colli.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, il giovane stava lavorando su un’impalcatura per procedere alla potatura di un pino molto alto. Al che, una volta finita la potatura, per rimuovere le parti potate finite sul tetto di una cappella, si è aggrappato ad un ramo dell’albero, che però non ha retto e si è staccato facendo precipitare il giovane da un’altezza di quattro metri.  Il giovane ha battuto la testa ed è deceduto sul colpo, inutili i soccorsi del personale del 118, che non hanno potuto fare altro che constatarne la morte.
Il macchinario è stato sequestrato e sul posto sono arrivati anche l’Ispettorato del lavoro e il Servizio di prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro, al fine di accertare se siano state adottate tutte le misure di sicurezza e ricostruire eventuali responsabilità in relazione all’accaduto.

di Patrizia Tarli

14 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook