La luce sugli oceani – Venezia 2016

La luce sugli oceani – Venezia 2016

Venezia – Al loro arrivo in Laguna hanno ricevuto un’accoglienza più che calorosa: Alicia Vikander e Michael Fassbender sono giunti ieri alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica insieme al regista Derek Cianfrance (Blue Valentine) per presentare The Light Between Oceans La luce sugli oceani, uno dei più attesi film presenti nella selezione ufficiale del concorso Venezia 73.

venezia 2016

The light between oceans, un film denso e pesante come le emozioni più forti

Le atmosfere create da Derek Cianfrance per questa pellicola ricordano il desolante isolamento degli spazi di Gita al Faro di Virginia Wolf. Non a caso The light between oceans è tratto dall’omonimo romanzo di M.L. Stedman, bestseller del 2012. Racconta la storia di Tom Sherbourne (Michael Fassbender), un veterano sopravvissuto alla Grande Guerra che trova impiego come guardiano del faro della piccola e disabitata isola di Janus Rock. Inaspettatamente Tom conosce Isabel Graysmark (Alicia Vikander), una giovane e vivace donna della città di Partageuse, in lutto per due fratelli scomparsi a causa della guerra. In brevissimo tempo i due si innamorano l’uno dell’altra e decidono di sposarsi. Legati da un sentimento forte e profondo gli sposi si trasferiscono sull’isola e cercano di creare una nuova famiglia insieme, ma non tutto va come la coppia sperava. Un giorno il mare porta sulla riva della loro spiaggia un dono inaspettato che li costringerà a prendere una seria decisione dalle conseguenze devastanti.

La luce sugli oceani

La storia di Tom e Isabel riesce a toccare le corde più intime e il senso degli affetti più profondi: amore matrimoniale, maternità e paternità. Nel film sembra che tutti i sentimenti più forti e intensi dell’animo umano, come passione, compassione, amore, dolore, odio e rabbia, e la tragedia di ogni solitudine personale si alzino in piedi nel silenzio. Le vicende e le circostanze personali dei protagonisti insieme alle loro emozioni interpellano con insistenza la coscienza su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, alla ricerca di un difficilissimo, quasi impossibile, discernimento su ciò che è bene e ciò è male. Il binomio coscienza-sentimenti umani trova qui infinite sfumature e la drammaticità della storia si fa a tratti così intensa da diventare quasi orrore, e l’uomo diviene così piccolo da sembrare del tutto impotente.

Eppure La luce sugli oceani non è solo dramma e pesante sofferenza

In realtà però, proprio quando tutta la vicenda sembra toccare l’apice della capacità di sopportazione – anche da parte dello spettatore -, la storia prende una svolta tanto inaspettata quanto semplice. Sembra infatti che ogni personaggio, nonostante i propri errori, sia mosso da una sottile spinta quasi involontaria ad andare verso la verità, scoprendo lungo il suo cammino che il perdono è la sola vera risposta d’amore possibile. “In questo film non ci sono eroi – ha sintetizzato Derek Cianfrance in conferenza stampa -, nessun personaggio ha intenzione di far male, nessuno è cattivo o buono. Sono persone comuni che provano sentimenti, fanno scelte, commettono degli errori e ne affrontano le conseguenze. Era esattamente questo che mi è piaciuto di più del romanzo di Stedman”.

Alicia Vikander e Michael Fassbender insieme parlano solo del loro film

La luce sugli oceani

“Ho adorato molto Tom – ha spiegato Michael Fassbender ieri in conferenza stampa -, è un uomo del passato. Penso che l’autore abbia fatto iniziare di proposito la storia dopo la prima guerra mondiale, perché ha lasciato grandi danni e profonde ferite e perchè Tom appartiene ad una generazione di sopravvissuti”. Per Alicia recitare il personaggio di Isabel invece è stata quasi una sfida: “Ho cercato di interpretare il mio ruolo con autenticità per rendere il personaggio credibile. Ho letto il copione, l’essenza dei personaggi era data dalla storia, e mi sono chiesta cosa dovevo sentire. Mi è piaciuto molto poter parlare di persone reali nella vita reale”.

Secondo Fassbender non si tratta solo di una storia d’amore: “In realtà il film parla della vita. Tom e Isabel vanno a vivere in un’isola privata, sembra una situazione idilliaca, ma l’isolamento li mette in una condizione in cui il loro rapporto comincia a decadere. Non possono confrontarsi con nessuno e compiono le loro scelte in solitudine”. Alle parole di Michael Alicia aggiunge: “Le persone non sempre prendono le decisioni migliori, bisogna imparare ad affrontare le conseguenze delle proprie scelte, ma anche imparare a perdonare. Alla fine non ho trovato risposte alle mie domande, ma mi sentivo vicina a tutti i personaggi del film. Isabel ad un certo punto comprende che la cosa principale è continuare a vivere. Trovo stupefacente ciò che l’amore può fare”.

La luce sugli oceani 2

Alcia Vikander, dopo un’altra prova di eccellente recitazione in questo film, sorprende tutti affermando: “Ero una grande fan dei film di Derek e quando ho saputo che Michael avrebbe interpretato la parte di Tom, ero molto nervosa ma volevo giocare questa partita”. Questa volta è Michael a puntualizzare: “Alicia ci ha fatto superare tutto con il suo entusiasmo, era affamata di cogliere questa opportunità ed era molto, molto esigente, alle volte abbiamo dovuto provare ripetutamente una stessa scena finché non era soddisfatta”.

La luce sugli oceani – scheda tecnica

Voto: 7/10

Titolo: The light between oceans

Uscita: 16/02/2017

Distribuzione: Eagle Pictures

Paese e anno: USA – Nuova Zelanda, 2016

Durata: 132′

Genere: drammatico

Regia: Derek Cianfrance

Sceneggiatura: Derek Cianfrance

Interpreti: Alicia Vikander, Michael Fassbender, Rachel Weisz

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook