MotoGP, Motegi: vince Lorenzo davanti a Marquez. Il mondiale si decide a Valencia

MotoGP, Motegi: vince Lorenzo davanti a Marquez. Il mondiale si decide a Valencia

lorenzo-qp-motegi-2013Festa rimandata o festa rovinata? Il dilemma per Marc Marquez è di quelli che non ti lasciano dormire. Se poi la festa dovesse essere davvero rovinata, l’amaro in bocca resterebbe a lungo per il giovane spagnolo, forse per sempre.
Al momento, l’unica cosa certa, comunque, è che Jorge Lorenzo non ha nessuna intenzione di arrendersi, ma continua a dare battaglia restando aggrappato con le unghie alla possibilità matematica di laurearsi per la terza volta campione del mondo.

Il campione spagnolo della Yamaha trionfa a Motegi, nel Gp del Giappone, valido per la penultima prova del mondiale di MotoGP, e mantiene aperta la partita iridata con il suo connazionale Marquez, quest’oggi secondo alle sue spalle. Il giovane pilota HRC arriverà a Valencia, ultima gara della stagione, con un vantaggio di tredici punti, che gli permetteranno di potersi accontentare anche di un quarto posto per portare a casa il suo primo titolo mondiale della classe MotoGP.
Terzo in gara Pedrosa, ormai fuori dai giochi iridati. Pasticcia e recupera, invece, Valentino Rossi, che chiude sesto alle spalle di Bautista e Bradl, dopo essersi reso protagonista di due dritti a inizio gara.

“Ho deciso di andare via e scappare fin dalla prima curva – ha detto Lorenzo al termine della gara -. Abbiamo scelto una gomma morbida in avvio, con la paura che potesse cedere nel finale di gara, ma non così non è stato. Ho corso la gara in maniera molto concentrata. Vincere sulla pista della Honda e regalare la vittoria n. 200 alla Yamaha è qualcosa di speciale. È uno dei giorni più felici della mia carriera. Il titolo mondiale? Io posso solo pensare a vincere la gara, il resto non dipende da me ma da Marc. Non so come andrà a finire, ma se Marc vincerà il titolo se lo sarà sicuramente meritato”.

Saggio, nonostante i suoi vent’anni, Marc Marquez: “È stata dura correre così senza aver fatto delle prove sull’asciutto – ha detto Marquez a fine gara – e anche con la caduta del warm up. Ho iniziato con calma, poi ho preso sempre più fiducia, ma Lorenzo era più forte. Nel finale non ho preso rischi, il 2° posto è un risultato più che positivo e a Valencia sarà un’altra gara”.

Giuseppe Ferrara
27 ottobre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook