MotoGP, Misano: vince Marquez davanti a Quartararo. Quarto Rossi

MotoGP, Misano: vince Marquez davanti a Quartararo. Quarto Rossi
13 Misano GP 12, 13, 14 y 15 de septiembre de 2019, circuito de Marco Simoncelli, ITALIA Motogp, MGP, Mgp, MotoGP

Dopo due secondi posti, Marc Marquez torna sul gradino più alto del podio. E lo fa a Misano, a casa di Valentino. Il pilota spagnolo regola Fabio Quartararo con un ultimo giro spettacolare, l’unico di una gara condotta interamente in scia al giovane francese. Una beffa per Fabio, bravo a dettare un buon ritmo ma inerme davanti a un Marquez apparso in amministrazione fino all’attacco decisivo dell’ultima tornata. Per il marziano della Honda, ora a +93 in classifica su Dovizioso, si tratta della settima vittoria stagionale.

Terzo e quarto posto per le Yamaha ufficiali di Maverick Vinales e Valentino Rossi. L’idolo di casa ha provato a restare aggrappato al compagno di squadra, ma ha dovuto arrendersi per lo scarso grip e l’eccessivo scivolamento di cui soffriva. “Al momento il nostro livello è questo” ammetterà a fine gara il numero 46.

Male le Ducati: Andrea Dovizioso termina al sesto posto una gara incolore; Danilo Petrucci conferma la sua crisi chiudendo al decimo posto. Per ambire all’iride occorre migliorare nelle piste sfavorevoli. Vedasi Honda.

Merita invece una menzione d’onore Franco Morbidelli. L’ex campione del mondo della Moto2 conferma i progressi registrati in questa stagione offrendo una prestazione di tutto rispetto. Dopo una lotta con l’amico e rivale Valentino, chiusasi a favore di quest’ultimo, il pilota della Yamaha Petronas è riuscito a tenere a distanza Dovizioso e a centrare un soddisfacente quinto posto. “Un risultato speciale”, a detta del Morbido.

 

Ordine di arrivo:

1. Marc Marquez (Spa) Honda in 42’25″163
2. Fabio Quartararo (Fra) Yamaha a 0″903
3. Maverick Vinales (Spa) Yamaha 1″636
4. Valentino Rossi (Ita) Yamaha 12″660
5. Franco Morbidelli (Ita) Yamaha 12″774
6. Andrea Dovizioso (Ita) Ducati 13″744
7. Pol Espargaro (Spa) Ktm 20″050
8. Joan Mir (Spa) Suzuki 22″512
9. Jack Miller (Aus) Ducati 26″554
10. Danilo Petrucci (Ita) 31.456

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook