GP d’Italia: Rosberg vince, Hamilton regala e a seguire le Ferrari

GP d’Italia: Rosberg vince, Hamilton regala e a seguire le Ferrari
foto scattata da Alessandro Cristiano

Settima vittoria stagionale e prima vittoria in assoluto sul circuito di Monza per Nico Rosberg. Il pilota tedesco è ormai a due punti dal leader del campionato Hamilton e ieri ha conquistato la sua prima affermazione sul circuito italiano approfittando degli errori di Hamilton.

Nella giornata di sabato l’inglese aveva conquistato la pole position con il tempo strepitoso di 1’21’’135, con oltre cinque decimi di distacco su Rosberg e otto sulle Ferrari di Vettel e Raikkonen. Tuttavia alla partenza Lewis ha commesso un errore, facendo pattinare troppo le ruote e transitando al primo giro in sesta posizione.

Dopo pochi giri l’inglese era già quarto, verso metà gara ha sorpassato Raikkonen e grazie alla strategia di una sosta unica è riuscito a sopravanzare anche Vettel. Rosberg però era ormai lontano, a circa quindici secondi di distacco grazie a quell’errore in partenza, seguito anche da un bloccaggio in frenata con conseguente lungo alla prima variante nella seconda parte di gara e così Lewis si è dovuto accontentare del secondo posto.

Nico invece si è dovuto limitare solo a contenere lo scatto delle Ferrari in partenza, quando Vettel lo ha affiancato all’esterno della prima variante, da lì in poi per lui è stata una passeggiata. Le Mercedes hanno optato per una sola sosta con gomme medie e dure, mentre le Ferrari, nel tentativo di inventarsi una strategia aggressiva per non partire già sconfitte con la stessa scelta di gomme e soste delle Mercedes, hanno optato per due soste con gomme medie e morbide sperando nel vantaggio prestazionale di queste ultime ma il tentativo non è servito e le due Rosse hanno terminato al terzo e quarto posto, esattamente come erano partite.

Per quanto riguarda la gara degli altri, la Red Bull è apparsa in calo rispetto allo scorso weekend in Belgio, con Ricciardo e Verstappen mai in grado di sfidare Mercedes e Ferrari. L’australiano ha chiuso al quinto posto dopo un bellissimo sorpasso alla prima variante ai danni di Bottas, mentre l’olandese ha chiuso in settima posizione, la stessa in cui era partito. Sesto posto per la Williams di Bottas, protagonista di un duello con Hamilton e del sorpasso subito da Rcciardo nel finale di gara, mentre l’altra Williams di Felipe Massa non è andata al di là della nona posizione.

A punti le Force India, con Perez e Hulkenberg rispettivamente ottavo e decimo. Fuori dai punti invece le due Mclaren-Honda di Button e Alonso al dodicesimo e quattordicesimo posto.

Ordine d’arrivo:

1. Rosberg (Mercedes)
2. Hamilton (Mercedes)
3. Vettel (Ferrari)
4. Raikkonen (Ferrari)
5. Ricciardo (Red Bull)
6. Bottas (Williams)
7. Verstappen (Red Bull)
8. Perez (Force India)
9. Massa (Williams)
10. Hulkenberg (Force India)
11. Grosjean (Haas)
12. Button (Mclaren)
13. Gutierrez (Haas)
14. Alonso (Mclaren)
15. Sainz (Toro Rosso)
16. Ericsson (Sauber)
17. Magnussen (Renault)
18. Ocon (Manor)
19. Kvyat (Toro Rosso) ritirato, batteria
20. Wehrlein (Manor) ritirato, perdita d’olio
21. Palmer (Renault) ritirato, danni incidente
22. Nasr (Sauber) ritirato, danni incidente

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook