GP Bahrein: ancora Hamilton, gran secondo posto di Raikkonen

GP Bahrein: ancora Hamilton, gran secondo posto di Raikkonen

formula1Poco più di tre secondi, questo il distacco tra Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen al termine del Gran Premio del Bahrein. Un Hamilton in uno stato di forma impressionante, dominatore dalla partenza all’arrivo che lascia che il suo compagno Rosberg si metta nei guai da solo con le due Ferrari. Le Rosse infatti continuano la loro marcia di avvicinamento alla Mercedes, che oggi è alla sua terza vittoria stagionale, ancora nettamente superiore ma assolutamente non stellare. E’ vero che Hamilton non è stato quasi mai disturbato dagli inseguitori ma il suo distacco in tutta la gara non è stato mai siderale e Lewis a fine gara ha dovuto ammettere che oggi le Ferrari hanno dato sia a lui sia alla sua squadra non poco filo da torcere. Kimi Raikkonen è stato protagonista di un ritmo di gara impressionante e dal quarto posto in partenza ha chiuso in seconda posizione mettendo sotto pressione Rosberg costringendolo all’errore all’ultimo giro e prendendogli la posizione. Un Rosberg che oggi ha un po’ deluso con una brutta partenza e con l’errore nel finale anche se per un po’ di tempo ha mostrato gli attributi superando entrambi i ferraristi in pista ma il terzo posto finale gli va decisamente stretto. Errori anche per Sebastian Vettel, che scattato in prima fila ha provato ad inseguire Hamilton ma è stato superato da Rosberg ben due volte nonostante sia riuscito a mettergli le ruote davanti all’uscita di entrambi i pit stop, poi l’errore in cui ha rotto l’alettone anteriore con relativa sostituzione che lo ha fatto scendere al quinto posto dietro alla Williams di Bottas alla quale si è incollato senza però riuscire a superarlo. Il quinto posto finale non soddisfa certamente. Alti e bassi per le Williams dove oltre al già citato Bottas, quarto al traguardo, ha fatto da contraltare la gara di Massa, iniziata malissimo con la vettura del brasiliano che si è spenta nel giro di formazione e che è stata costretta a partire dall’ultimo posto dal quale Felipe è rimontato fino al decimo posto finale. Entrambe a punti ma per nulla entusiasmanti le due Red Bull con Ricciardo sesto (col motore Renault che esplode in una gran fumata proprio sul traguardo) e Kvyat nono. Buona gara della Lotus con Grosjean al settimo posto finale ma brutta gara sempre per la Lotus con Maldonado, quindicesimo al traguardo dopo una gara con qualche errore e diversi problemi. Undicesimo posto per la Mclaren di Fernando Alonso mentre il compagno Button non è nemmeno riuscito a prendere il via per problemi al motore Honda. Buona prestazione per Perez con la Force India all’ottavo posto finale mentre il compagno Hulkenberg non va oltre un deludente tredicesimo posto.

Ordine a’arrivo:

  1. Hamilton (Mercedes)
  2. Raikkonen (Ferrari)
  3. Rosberg (Mercedes)
  4. Bottas (Williams)
  5. Vettel (Ferrari)
  6. Ricciardo (Red Bull)
  7. Grosjean (Lotus)
  8. Perez (Force India)
  9. Kvyat (Red Bull)
  10. Massa (Williams)
  11. Alonso ( Mclaren)
  12. Nasr (Sauber)
  13. Hulkenberg ( Force India)
  14. Ericsson (Sauber)
  15. Maldonado (Lotus)
  16. Stevens (Manor)
  17. Merhi ( Manor)
  18. Verstappen (Toro Rosso) ritirato, problema elettrico
  19. Sainz (Toro Rosso) ritirato, motore
  20. Button (Mclaren) non partito, motore

 di Alessandro Cristiano

19 aprile 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook