Williams FW36: ecco la nuova monoposto di Grove

Williams FW36: ecco la nuova monoposto di Grove

La nuova Williams FW36 è stata presentata lunedì 28 gennaio nella pitlane del circuito di Jerez, come la nuova Red Bull e la Mercedes. La nuova monoposto di Grove presenta un muso molto ristretto e senza scalino, improntato alla semplicità e diverso dalle altre monoposto. Per ora la livrea è totalmente blu con pochi sponsor ma c’è il dubbio che non sia quella definitiva. La Williams ha infatti sempre utilizzato una livrea piuttosto scarna per i test invernali che poi cambiava all’inizio del campionato. La vettura è stata portata in pista da Valtteri Bottas, il pilota finlandese della scuderia che ha effettuato i primi giri dei test. Le novità della Williams per il 2014 sono sostanzialmente due: la formazione piloti e il motore. Quest’anno la squadra potrà contare sull’esperienza di Felipe Massa, che dopo otto stagioni alla Ferrari è passato al team inglese. Il brasiliano viene da un periodo difficile, contrassegnato dall’avere un compagno di squadra come Fernando Alonso, che lo ha demolito dal punto di vista sia sportivo che psicologico. Massa è uscito dal confronto con Alonso completamente sconfitto e l’arrivo in Williams da prima guida potrebbe fargli ritrovare la velocità e la determinazione che avevamo visto fino al 2010. La Williams viene da una delle stagioni peggiori della propria storia, terzultima il classifica 2013 con una miseria di punti e una vettura completamente da buttare. Il ritorno alla vittoria nel GP di Spagna 2012 con Maldonado si è dimostrato un fuoco di paglia con una vettura azzeccata e discreta, alla quale però non è succeduta una vettura equivalente l’anno successivo. La squadra inglese paga cara la sua indipendenza dai grandi costruttori poiché non ha alle spalle colossi in grado di finanziare lo sviluppo di una vettura. Peccato per un team che nella storia ha vinto 9 campionati costruttori ed è seconda come risultati solo alla Ferrari. Negli ultimi anni la squadra si è affidata a piloti paganti con poca esperienza, preferendo finanziamenti a piloti di qualità. L’arrivo di Massa potrebbe rappresentare una svolta poiché il brasiliano ha fama di ottimo collaudatore e potrebbe dare una grossa mano nell’indirizzare il lavoro degli ingegneri. Per quanto riguarda Bottas il giovane finlandese ha concluso la stagione con un punto in più del compagno Maldonado e si è anche dimostrato molto veloce conquistando il terzo posto in griglia nelle qualifiche del GP del Canada 2013 con una monoposto assolutamente inadeguata.

L’altra novità è il motore. La Williams ha concluso la sua seconda partnership con la Renault (la prima, dal 1989 al 1997, aveva portato a vincere 5 campionati costruttori) dopo soli due anni e una vittoria in Spagna ed è passata ai motori Mercedes. Fondamentalmente per una questione di soldi dato che il Turbo transalpino per i team clienti costa caro e la Mercedes ha proposto un prezzo più favorevole. E’ da notare anche la partenza dello sponsor PDVSA, dote personale di Maldonado, che dopo l’abbandono al team se l’è portato in Lotus. Rimane ancora da chiarire se ci sarà uno sponsor sostitutivo, che magari potrebbe essere brasiliano dato l’arrivo di Massa.

Alessandro Cristiano

31 Gennaio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook