GP Brasile: Vettel eguaglia Schumacher, doppietta Red Bull

GP Brasile: Vettel eguaglia Schumacher, doppietta Red Bull

Tredicesima vittoria stagionale, il tedesco precede Webber e Alonso

vettelCe l’ha fatta. Sebastian Vettel ha eguagliato Michael Schumacher con il record di 13 vittorie in una stagione che l’ex-ferrarista aveva stabilito nel 2004. Un’ottima prestazione tranne che per il via, dove si è fatto infilare da Rosberg e tranne per il pasticcio ai box che gli ha fatto perdere del tempo per una ruota che non era ancora pronta. Per il resto Vettel già dal primo giro si è ripreso la prima posizione, che poi ha mantenuto fino al traguardo. Alle sue spalle è giunto il compagno Mark Webber, alla sua ultima gara della carriera, dopo un duello di sorpassi e controsorpassi con Fernando Alonso. Purtroppo non ce l’ha fatta il trentasettenne australiano a strappare la vittoria al compagno. Sarebbe stato un bel modo di festeggiare l’addio ai Gran Premi.

Terzo posto per Fernando Alonso, reduce da un duro duello con Webber. Lo spagnolo e la Ferrari  tornano sul podio dal lontano Gp di Singapore a settembre che però purtroppo non basta a per conquistare il secondo posto nella Classifica Costruttori. Se da una parte però la Ferrari non è stata in grado di raggiungere l’obiettivo , va anche detto che dall’altra parte abbiamo una generazione di giudici di gara totalmente incompetenti, che non hanno alcuna percezione di cosa voglia dire CORRERE IN MACCHINA.  Perchè questo? Perché questi burocrati cavillosi e ottusi hanno dato una penalità totalmente inesistente a Felipe Massa. Il brasiliano, alla sua ultima gara con la Ferrari, stava correndo bene in quel momento. Era in quarta posizione e, considerati i guai di Hamilton, poteva portare a casa abbastanza punti per la squadra da fargli guadagnare il secondo posto in classifica. Invece che succede? Succede che Felipe, come quasi tutti gli altri piloti, taglia la riga bianca che delimita l’ingresso in corsia box e i commissari di gara pensano bene di dargli un drive through che lo fa precipitare in decima posizione. Massa poi è giunto settimo al traguardo ma fino a quando dovremo tollerare questi invasioni a gamba tesa? Quella riga è stata oltrepassata anche da Vettel, Button e altri piloti e i commissari hanno avuto il coraggio di dire che solo Massa l’aveva oltrepassata con le quattro ruote quando invece le riprese dell’emittente tv Sky dimostrano il contrario. Questi non sono commissari, sono burocrati che non si rendono conto che prima di penalizzare qualcuno dovrebbero fermarsi a riflettere che le persone che sono in pista stanno duellando a 300 chilometri orari a rischio della propria vita e attaccarsi a una riga bianca (che non da nessun vantaggio) tanto per fare i precisini risulta insopportabile. Sia a chi guarda la gara ma soprattutto a chi si trova in pista a rischiare.

La Mercedes conquista il secondo posto nella classifica costruttori grazie al quinto posto di Rosberg e alla penalizzazione di Massa. Il tedesco-finlandese è partito a razzo andando in testa, poi si è fatto riprendere da Vettel e ha concluso quinto. Il compagno Hamilton è partito bene altrettanto guadagnando la terza posizione, poi ha duellato con Alonso, dove lo spagnolo ha avuto la meglio e alla fine ha dovuto scontare un drive through per un contatto con la Williams di Bottas. L’inglese è giunto nono.

Disastrosa prestazione della Lotus, che a parte l’inesistenza di Kovalainen (14mo), non è stata in grado di far finire la gara a Grosjean. Al francese infatti è esploso il motore Renault dopo soli tre giri e la squadra nero-argento non ha marcato punti.

La Mclaren invece ottiene la migliore prestazione dell’anno con il quarto posto di Jenson Button e il sesto di Sergio Perez. Il messicano in particolare è stato molto bravo, dando luogo a una rimonta dalla diciannovesima posizione in griglia. Questa è dovuta alla sostituzione del cambio dopo le qualifiche, che comporta automaticamente una penalità di 5 posti in griglia. Con il quattordicesimo tempo è stato fatto scattare quindi dal diciannovesimo posto. Per la squadra inglese è comunque la peggiore stagione dal 1980, senza vittorie e addirittura senza neanche un podio.

A punti anche la Sauber di Hulkenberg (ottavo) e la Toro Rosso di Ricciardo (decimo).

Qui sotto la classifica finale:

POSIZIONEPILOTASQUADRANAZIONEDISTACCO

1

Sebastian VettelRed Bull-RenaultGERMANIA1h32:36.300

2

Mark WebberRed Bull-RenaultAUSTRALIA

10.45

3

Fernando AlonsoFerrariSPAGNA

18.9

4

Jenson ButtonMclaren-MercedesGRAN BRETAGNA

37.3

5

Nico RosbergMercedesGERMANIA

39.0

6

Sergio PerezMclaren-MercedesMESSICO

44.0

7

Felipe MassaFerrariBRASILE

49.1

8

Nico HulkenbergSauber-FerrariGERMANIA

1:04.2

9

Lewis HamiltonMercedesGRAN BRETAGNA

1:12-9

10

Daniel RicciardoToro Rosso-FerrariAUSTRALIA

1 giro

11

Paul Di RestaForce India-MercedesGRAN BRETAGNA

1 giro

12

Esteban GutierrezSauber-FerrariMESSICO

1 giro

13

Adrian SutilForce India-MercedesGERMANIA

1 giro

14

Heikki KovalainenLotus-RenaultFINLANDIA

1 giro

15

Jean-Eric VergneToro Rosso-FerrariFRANCIA

1 giro

16

Pastor MaldonadoWilliams-RenaultVENEZUELA

1 giro

17

Jules BianchiMarussia-CosworthFRANCIA

2 giri

18

Giedo Van Der gardeCaterham-RenaultOLANDA

2 giri

19

Max ChiltonMarussia-CosworthGRAN BRETAGNA

2 giri

ritiratoCharles PicCaterham-RenaultFRANCIA

sospensione

ritiratoValtteri BottasWilliams-RenaultFINLANDIA

incidente

ritiratoRomain GrosjeanLotus-RenaultFRANCIA

motore

Classifica piloti 2013:

POSIZIONEPILOTASQUADRAPUNTI

1

Sebastian VettelRed Bull-Renault

397

2

Fernando AlonsoFerrari

242

3

Mark WebberRed Bull-Renault

199

4

Lewis HamiltonMercedes

189

5

Kimi RaikkonenLotus-Renault

183

6

Nico RosbergMercedes

171

7

Romain GrosjeanLotus-Renault

132

8

Felipe MassaFerrari

112

9

Jenson ButtonMclaren-Mercedes

73

10

Nico HulkenbergSauber-Ferrari

51

11

Sergio PerezMclaren-Mercedes

49

12

Paul Di RestaForce India-Mercedes

48

13

Adrian SutilForce India-Mercedes

29

14

Daniel RicciardoToro Rosso-Ferrari

20

15

Jean-Eric VergneToro Rosso-Ferrari

13

16

Esteban GutierrezSauber-Ferrari

6

17

Valtteri BottasWilliams-Renault

4

18

Pastor MaldonadoWilliams-Renault

1

19

Jules BianchiMarussia-Cosworth

0

20

Charles PicCaterham-Renault

0

21

Giedo Van Der GardeCaterham-Renault

0

22

Max ChiltonMarussia-Cosworth

0

Classifica Costruttori 2013:

POSIZIONESQUADRAPUNTI

1

Red Bull-Renault

596

2

Mercedes

360

3

Ferrari

354

4

Lotus-Renault

315

5

Mclaren-Mercedes

122

6

Force India-Mercedes

77

7

Sauber-Ferrari

57

8

Toro Rosso-Ferrari

33

9

Williams-Renault

5

10

Caterham-Renault

0

11

Marussia-Cosworth

0

di Alessandro Cristiano

24/11/2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook