Cosa è successo in questa settimana: rinvii, record e progetti per lo sport del futuro

Cosa è successo in questa settimana: rinvii, record e progetti per lo sport del futuro
"Fonte: legavolley.it"

Sono stati giorni molto turbolenti e pieni di novità per il volley italiano. La situazione mutevole non giova a tutto il movimento che si trova ogni giorno a cambiare i propri piani e a vedere sempre più botta e risposta in merito al proseguimento o meno del campionato e delle coppe europee. Ma andiamo con ordine.

Il campionato

A tenere banco in queste settimane è soprattutto il dibattito legato alla continuazione o meno del campionato, dopo che nelle ultime giornate diverse partite sono state rimandate a causa di diverse casi di positività emersi in alcuni club di Serie A. Domenica scorsa ad esempio, si è tenuto solo il match fra Kioene Padova e Powervolley Milano. Anche per la giornata di domenica 15 novembre la Lega ha annunciato diversi rinvii: l’anticipo di campionato fra Modena e Padova annunciato per sabato, rimane per ora congelato dal momento che mercoledì è risultato positivo il vice allenatore della squadra gialloblu e da protocollo ieri il team ha dovuto sottoporsi ad un nuovo giro di tamponi per verificare lo stato di salute di tutta la rosa.
I rinvii non hanno risparmiato nemmeno il campionato femminile: la scorsa giornata è saltato il match fra Savino del Bene Scandicci e Reale Mutua Fenera Chieri e anche per domenica prossima Chieri ha chiesto e ottenuto il rinvio del match contro Bergamo dal momento che la squadra non ha ancora terminato il periodo di isolamento fiduciario previsto dal protocollo quando si verificano più di tre casi di positività all’interno del gruppo squadra.

Ma nei nostri campionati non succede solo questo: domenica scorsa infatti è stata la giornata di Diego Cantagalli, classe 1999, opposto della squadra di A2 Impavido Ortona, che nella partita contro Siena è riuscito a realizzare in 5 set ben 46 punti, diventando così il nuovo top scorer assoluto in una gara singola di Superlega, A2 e A3.

Giovedì inoltre è arrivata l’ufficialità della separazione fra lo schiacciatore francese Stephen Boyer e la NBV Verona che hanno rescisso consensualmente il contratto e il rapporto che li legava da due anni a questa parte. A confermare la notizia è stato negli scorsi giorni Fabio Venturi, direttore generale della società, che ha raccontato come sia stata una scelta dettata dal fatto che il giocatore non è riuscito a dare i risultati che la società si aspettava potessero arrivare con le sue prestazioni dal campo. Il giocatore con molta probabilità terminerà la stagione all’estero.

Obiettivo raggiunto

Il 7 novembre l’Associazione Italiana Pallavolisti ha annunciato di aver raggiunto l’obiettivo di 570 tesserati, obiettivo che durante la conferenza stampa che abbiamo seguito il 20 ottobre, in occasione dei primi 100 giorni di attività, veniva considerato fra quelli primari. Di questi tesseramenti, l’associazione ha comunicato che al momento sono presenti  “292 associati per la Serie A Maschile, di cui 100 di SuperLega, 98 di Serie A2, 94 di Serie A3, con particolare attenzione alla percentuale di atleti italiani in SuperLega, 83%”.

Il Manifesto dello Sport

Un gesto per dare speranza e cominciare a pensare allo sport del futuro arriva invece da Mauro Berruto, ex allenatore della nazionale italiana maschile, che il 31 ottobre ha presentato e pubblicato il Manifesto dello Sport , un documento contenente 13 linee guida da tenere a mente per lo sport del futuro. Questo manifesto è nato in seguito alle decisioni che hanno coinvolto tutte le discipline e le categorie del mondo sportivo durante questo 2020. Diversi campioni di molteplici sport differenti, come ad esempio Paolo Rossi, Juri Chechi, Tania Cagnotto, Fiona May, Adriano Panatta e Andrea Giani, stanno scegliendo di firmarlo per supportare questa importante iniziativa. Anche i cittadini comuni possono unirsi a questo “grido” lanciato da tutto il mondo dello sport.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook