L’inserimento di Donati ed un grande Miccoli fanno tornare i rosa grandi!

Il Palermo di Bortolo Mutti sembra avere intrapreso la giusta via per tornare ad essere grande protagonista anche in questo campionato. Dieci punti nelle ultime quattro partite, potevano essere dodici se l’arbitro non avesse frenato i rosa contro l’Inter, assegnando un gol in netto fuorigioco ai milanesi, hanno rilanciato le quotazioni della compagine palermitana, che proprio nella giornata di ieri ha agganciato il Napoli al settimo posto. Un Palermo ritrovato, soprattutto dal punto di vista del gioco, con Donati, Budan ed un grandissimo Miccoli sugli scudi.

La facilità nel creare palle gol nelle ultime due partite ha dato l’impressione di rivedere il miglior Palermo delle ultime stagioni, quello capace di sfiorare la Champions. Una squadra nuovamente tonica dal punto di vista fisico nei suoi uomini migliori, in grado di far circolare la palla con una fluidità tale da mettere sempre in difficoltà le difese avversarie, con un Miccoli tornato quello di due anni fa prima dell’infortunio al crociato, con una differenza sostanziale. Non essendoci più Delio Rossi, che puntualmente sostituiva il nostro capitano, lo stesso ha la possibilità di estrinsecare il suo talento per tutti i novanta minuti, potendo in qualsiasi momento tirare fuori dal cilindro la giocata giusta, tale da potere rendere i rosa pericolosi in maniera costante. In questo contesto un plauso va fatto pure ad un ritrovato Budan, che dopo tanta sfortuna, finalmente si sta esprimendo per quelle che sono le sue potenzialità. Un grandissimo giocatore che non ha nulla da invidiare ai vari Amauri, Gilardino, Lopez e company. Un rilancio in grande stile per Budan, quattro gol nelle ultime quattro partire, merito anche del presidente Zamparini, che  ci ha visto giusto puntando sul croato quando tutti parlavano della necessità di acquisire una punta, dimostrandosi un grande intenditore di calcio. Il Palermo visto nelle ultime uscite sembra avere tutto per puntare in alto, la cosa fondamentale è crederci e non fermarsi, il campionato è lungo tutto è ancora possibile, in attesa degli arabi!                             

Giovanni Chinnici

6 febbraio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook